Avvocati in prima linea sul “Dopo di noi”: a Trevi un incontro con famiglie ed associazioni

Promosso dal Movimento forense regionale, il convegno ha avuto come obiettivo quello di illustrare strumenti, agevolazioni e tutele della legge 112

L'incontro del Movimento forense regionale sul "Dopo di noi"

Si intitola “Dopo di noi. Strumenti, agevolazioni e tutele previste dalla legge 112/2016” ed è il convegno che si è tenuto negli scorsi giorni a Torre di Matigge, a Trevi. Promosso dal Movimento forense regionale presieduto dall’avvocato Agnese Franceschini, l’incontro ha avuto come obiettivo quello di accendere i riflettori su una normativa che l’assessore regionale alla sanità, coesione sociale e welfare, Luca Barberini, aveva apostrofato qualche tempo fa come “etica” e stanziando più recentemente due milioni di euro circa per la realizzazione di strutture e progetti in favore di disabili gravi allo scopo di garantire loro un futuro quando non ci saranno più i genitori o altri familiari a prendersi cura di loro.

In particolare nel corso dell’incontro si è parlato della genesi, delle motivazioni, delle dinamiche e degli obiettivi della normativa. Ad intervenire sul tema è stato l’avvocato Alessandra Lombardi che ha poi passato la parola alla collega Federica Fioretti - entrambe dello studio legale Spacchetti - che, invece, ha illustrato ai presenti strumenti come il trust, il vincolo di destinazione e il contratto di affidamento fiduciario. Presente anche il giudice Sara Trabalza, a cui è andato il compito di presentare le tutele previste dalla legge a favore dei soggetti con disabilità gravi ed esercitabili dall’amministratore di sostegno sotto il controllo e le direttive del giudice. Riflettori accesi anche sulla parte tributaria, con attenzione in questo caso alle esenzioni fiscali ed a tutte le altre agevolazioni che possono favorire l’inclusione del disabile. Aspetto, quest’ultimo, che è stato trattato dalla professoressa Fabiola Pietrella dell’Università degli Studi di Macerata. 

A portare i saluti istituzionali l’assessore alle politiche sociali del Comune di Foligno, Maura Franquillo, affiancata dal nuovo presidente del tribunale di Spoleto, Silvio Magrini Alunno, e quello del presidente dell’Ordine degli avvocati di Spoleto, Paolo Feliziani. Il convegno ha visto la partecipazione di famiglie, associazioni, enti del terzo settore ed onlus impegnate su questo fronte.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento