Bevagna, presto si conoscerà il progetto del nuovo polo scolastico “Sant’Anna”

Entra nel vivo la seconda fase della procedura concorsuale per realizzare una scuola antisismica: cinque le proposte finaliste. Falsacappa: “Tanti i professionisti interessati”

Annarita Falsacappa

Il nuovo polo scolastico “Sant’Anna” di Bevagna inizia a prendere forma. A testimoniarlo è il fatto che sia entrata nel vivo la seconda fase della procedura concorsuale attivata dal Comune per realizzare un nuovo edificio nel rispetto dei più stringenti criteri antisismici e, visti i tempi che corrono, anche delle misure anti Covid. Nel complesso, sono stati 128 i progetti pervenuti nella prima fase del concorso. Un numero consistente di proposte al vaglio della Commissione di esperti che, tra queste, ha scelto il progetto esecutivo tra 5 finaliste. Intanto, nel territorio cresce l’attesa per conoscere la proposta vincitrice, che sarà resa nota nei prossimi giorni, con cui si procederà alla richiesta del finanziamento per la costruzione della nuova scuola.

“Abbiamo suscitato l’interesse di tanti professionisti italiani e non solo – ha commentato il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa -, in quanto sono state oltre cinquecento le persone che si sono interessate al progetto del nuovo polo scolastico. Con lo ‘school bonus’ – ha proseguito il primo cittadino – abbiamo raccolto la cifra necessaria per avere il progetto esecutivo, grazie alla sensibilità non solo dei cittadini di Bevagna, ma anche di quanti, fuori regione, hanno compreso l’importanza di una scuola antisismica in una zona, come la nostra, ad alto rischio sismico”. Chiaro che per costruire un edificio occorre tempo, intanto però, come sottolineato da Annarita Falsacappa, l’amministrazione ha puntualmente investito sulla sicurezza dei plessi esistenti, come nel caso degli interventi di adeguamento e manutenzione che hanno interessato principalmente la scuola materna e primaria di Bevagna, quella di Cantalupo e la scuola media.

Un iter, quello per il nuovo istituto scolastico, che procede, dunque, e che rende soddisfatti tutti gli assessori comunali. Tra questi, Umberto Bonetti che, con l’ufficio tecnico del Comune delle Gaite, ha organizzato le fasi del concorso di progettazione.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento