In bici da Foligno a Bevagna alla scoperta delle vie d’acqua

Promosso da Fiab e Consorzio di Bonificazione, l’evento vuole rilanciare la costruzione di una rete di percorsi per il cicloturismo. Previsto anche un momento dedicato a Gino Strada

Fiume Clitunno

Una passeggiata in bici lungo i fiumi Clitunno e Timia, passando per il lago Aiso alla scoperta delle vie d’acqua. È quella in programma per la mattinata di domani, domenica 22 maggio. L’evento è promosso dalla sezione di Foligno della Fiab e dal Consorzio di Bonificazione Umbra nell’ambito delle iniziative della Settimana in bicicletta organizzate per i cento anni dalla fondazione dell’Associazione nazionale dei consorzi per la gestione e la tutela del territorio e delle acqua irrigue.

L’appuntamento è alle 9, a Foligno, con partenza dal Plateatico. Da lì prenderà il via l’escursione che si svilupperà per 20 chilometri. La carovana di biciclette attraverserà quindi via dei Mille e via Manin fino agli impianti sportivi di Corvia, per poi proseguire via Scafali-Via Monte Bove-Via Monte Serano-Sp444 arrivando quindi a Torre di Montefalco. A quel punto si imboccherà un tratto particolarmente suggestivo della ciclovia Assisi-Spoleto che condurrà i partecipanti fino a Bevagna. Una volta giunti nel piazzale dell’accoglienza il gruppo Emergency di Foligno dedicherà, quindi, un ricordo alla memoria di Gino Strada. Terminato in quale si riprenderà il tracciato della ciclovia lungo il fiume Timia e il lago Aiso, per fare ritorno al Plateatico. L’arrivo è previsto intorno alle 13.

“Non sarà solo una piacevole gita - spiega il presidente folignate dalla Fiab, Pietro Stella - ma l’occasione per ribadire l’impegno della nostra associazione per la pace. La bicicletta - ha infatti proseguito - è anche uno strumento di pace. Ringrazio, quindi, Mariolina Frigeri che ci ha proposto l’evento, il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa, che ci accoglierà al nostro arrivo e Paolo Montioni, presidente del Consorzio di Bonificazione Umbra che ha fatto effettuare per l’occasione la manutenzione straordinaria del nostro percorso”.

A rendere singolare l’escursione sarà però, come detto, anche l’utilizzo delle cosiddette vie d’acqua. “Una grande opportunità - prosegue il presidente Stella - per costruire una rete di percorsi ciclabili efficienti e ben curati, perfetti per un cicloturismo di qualità e per incentivare escursioni in modalità sostenibile e a ritmo lento. Le ciclabili e gli itinerari lungo fiumi e canali infatti sono luoghi ideali per chi va in bicicletta, grazie all’andamento pianeggiante dei percorsi che, spesso - conclude il numero uno della Fiab folignate - attraversano territori incontaminati e naturalmente connessi fra di loro”.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento