Cambio ai vertici della Gazzetta di Foligno: il settimanale diocesano in edicola con alcune novità

Fabio Luccioli nominato direttore unico dei mezzi di comunicazione diocesani gestiti dalla Fondazione San Domenico da Foligno. “Entro in punta di piedi”

Fabio Luccioli

Dopo la pausa natalizia la Gazzetta di Foligno, lo storico settimanale fondato da Michele Faloci Pulignani nel 1886, torna in edicola e lo fa con alcune novità. A cominciare dal cambio ai vertici, con la nomina a nuovo direttore responsabile di Fabio Luccioli, che è stato chiamato dall'editore, la Fondazione San Domenico da Foligno presieduta monsignor Luigi Filippucci, a dirigere tutti i mezzi di comunicazione diocesani, ossia l’emittente radiofonica Radio Gente Umbra, il portale di informazione Rgunotizie.it e, come detto, la Gazzetta di Foligno.

“Un ingresso in punta di piedi”, così lo ha apostrofato il neo direttore nel suo primo editoriale, nell’anno in cui la Gazzetta, tra le testate diocesane più longeve d’Italia, “compie 135 anni di vita”. Ma che, qualche cambiamento, lo porta già nel primo numero di questo nuovo anno, in edicola da giovedì 14 gennaio. Intanto, con l’inserimento grafico del Rosone stilizzato della cattedrale di San Feliciano, accanto al nome della testata e che si va così ad aggiungere all’altro simbolo della città di Foligno, già presente sulla prima pagina del settimanale, ossia il Torrino del palazzo comunale. “Il Rosone e il Torrino - spiega il direttore Fabio Luccioli - serviranno per ricordare che il nostro sarà un giornalismo con visione cristiana, ma anche con una prospettiva laica”.

Tra le novità apportate, poi, il ritorno in terza pagina dello spazio che la Gazzetta dedica settimanalmente alla vita ecclesiale. Piccoli ma significativi cambiamenti, ai quali se ne aggiungeranno degli altri nelle settimane e mesi a venire. Intanto, però, un primo passo è stato compiuto. Un passo che segna un nuovo cammino sul solco tracciato ormai qualche anno fa dall’editore, quello cioè di far sì che “le testate giornalistiche diocesane siano sempre più punto di riferimento per la città e il territorio”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento