Castel Ritaldi, l'archivio comunale diventa informatizzato

Il vecchio schedario cartaceo andrà in pensione. Ora gli uffici comunali saranno più veloci e snelli

Castel Ritaldi

Il Comune di Castel Ritaldi “saluta” il vecchio schedario cartaceo e da il “benvenuto” a quello informatizzato. Terminata da poco l’archiviazione delle pratiche in itinere, l’ente comunale di Castel Ritaldi, infatti, manderà in pensione la “vecchia” formula di gestione anagrafica per dare spazio a una più “veloce” e utile a una più snella amministrazione dell’archivio. Ovviamente l’presupposto perché l’operazione di abbandono dello schedario anagrafico cartaceo possa andare a buon fine, è la messa in atto di particolari misure informatiche di sicurezza, idonee a garantire nel tempo la perfetta conservazione e la disponibilità immediata e completa di tutti i supporti anagrafici contenenti le posizioni dei cittadini. “Preso atto della dichiarazione e della relazione tecnica predisposta dalla Software House Halley Informatica S.R.L. con sede in Matelica, ditta fornitrice dei programmi utilizzati presso l’ufficio servizi demografici di questo comune – si legge, tra le altre cose, nella delibera comunale – e ritenuto che sussistano, pertanto, i presupposti di fattibilità per abbandonare l’archivio cartaceo in favore della sola archiviazione su supporto informatico dei dati anagrafici” la giunta, con voto unanime, ha dunque approvato “la sospensione dell’aggiornamento dell’archivio cartaceo dell’anagrafe, cartellini individuali, schede di famiglia e schede di convivenza prevedendone la conservazione presso l’ufficio anagrafe, ove ora si trovano”. Gli archivi cartacei del Comune di Castel Ritaldi, sono stati aggiornati fino al 31 dicembre 2015, al fine di ultimare l’aggiornamento cartaceo delle pratiche in itinere, e gli stessi saranno comunque conservati all’interno dell’ufficio anagrafe per essere agevolmente consultati da parte degli operatori.  

Logo rgu.jpg

di Rosella Solfaroli

Aggiungi un commento