Castel Ritaldi, il Palio del Fantasma 2015 va a Castel San Giovanni

Il rione bianco-giallo trionfa aggiudicandosi il secondo palio dopo 27 anni. Lungo la strada uno striscione con scritto: "Scusate il ritardo"

Lo striscione del rione di Castel San Giovanni

È calato il sipario sulla ventiseiesima edizione del Palio del Fantasma di Castel Ritaldi. La rievocazione storica, in costume medievale, che ha visto sfidarsi i cinque rioni del comune (Bruna, Castel Ritaldi, Castel San Giovanni, Colle del Marchese e Mercatello), si è infatti conclusa lo scorso weekend tra grandi festeggiamenti e lacrime di gioia. Sì, perché a trionfare quest’anno è stato il rione di Castel San Giovanni, che porta a casa il suo secondo palio dopo ben 27 anni, grazie ad una gara finale, quella dei “Cervelloni”, disputata in maniera impeccabile. Una sfida avvincente, come ogni anno, in cui le squadre dei cinque rioni rispondono alle domande poste del fantasma per cercare di avanzare sul tabellone di gara in piazza Santa Marina. E finalmente, sabato sera, la gioia è esplosa per il rione bianco-giallo, con una grande performance della squadra e del capo rione, Mirko Peruzzi, in particolar modo. “È grazie a tutto il rione che abbiamo vinto”, afferma Mirko Peruzzi. Ma il pensiero condiviso e la speranza è “di riuscire a trasmettere soprattutto ai più giovani la bellezza delle competizioni che vanno affrontate sempre con il sorriso. Certo, per noi – sottolineano da Castel San Giovanni - quest’anno è piuttosto semplice parlare così, ma ci impegneremo a mettere in pratica questo principio sempre. Cercheremo di costruire un rione – concludono – dove non importa la residenza, ma lo spirito con cui si partecipa”. Era il 1988 quando il rione bianco-giallo vinse per la prima ed unica volta. Così, dopo diversi anni di attesa, la soddisfazione ora è grande, tanto che percorrendo la strada che dalla Bruna porta a Castel San Giovanni, è apparso uno striscione con scritto: “Scusate il ritardo”. Una frase che, sostanzialmente, oltre a richiamare una straordinaria pellicola cinematografica del 1983 di Massimo Troisi, si riferisce alla grande gioia per la vittoria arrivata a distanza di anni. Ora, però, l’obiettivo rimane quello di affrontare le sfide sempre con il sorriso.

Logo rgu.jpg

di Diletta Giannoni

Aggiungi un commento