Collepino di Spello, una petizione per differenziare i rifiuti

Raccolte circa 100 firme in pochi giorni. Attesa la risposta dell'amministrazione comunale già sollecitata in passato

Cassonetti della raccolta differenziata (foto Alessio Vissani)

Un centinaio di firme in pochi giorni per chiedere il servizio di raccolta differenziata anche a Collepino di Spello. Gli abitanti del borgo medievale e non solo hanno infatti consegnato una petizione al sindaco, Moreno Landrini, sostenendo che la differenziata “almeno d'estate, quando aumenta considerevolmente la produzione di rifiuti del paese, è necessaria”. Destinatari della richiesta, oltre al sindaco, anche l’assessore all’ambiente, Flavio Righetti, e la Vus, che gestisce il servizio anche nella Splendidissima Colonia Julia. “La mancata raccolta differenziata a Collepino – si legge nella petizione - costituisce un danno all'ambiente, alla collettività, al turismo e all'erario”. Ed è per questo che “i cittadini chiedono l’immediata istituzione della raccolta differenziata a Collepino”. Ora si attende la risposta dell’amministrazione comunale che già in passato, da quanto emerge, sarebbe stata sollecitata in merito. Anche il centro storico della cittadina umbra, inoltre, sarebbe incredibilmente privo della raccolta differenziata. “Una situazione non più sostenibile”, così la definiscono gli abitanti stanchi di non poter ancora differenziare i rifiuti.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento