Covid, trend in continuo miglioramento in Umbria: l’incidenza scende a 500 casi

Diminuisce l’impegno nelle strutture ospedaliere, in netto calo anche la positività tra i sanitari. Omicron 5 all'89%, mentre sul fronte vaccinale somministrate 39.394 quarte dosi

L'incidenza settimanale in Umbria (9 agosto 2022)

Migliora la situazione sul fronte Covid in Umbria. La conferma arriva anche dal report settimanale elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale, che continua a mostrare un trend in diminuzione rispetto alle settimane precedenti sia per quanto riguarda la curva epidemica che la media mobile a 7 giorni. Alla data del 9 agosto scorso l’incidenza settimanale mobile per 100mila abitanti risultava pari a 512 contro i 749 casi del precedente report. In flessione anche l’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, sceso a 0,70.

Trend in generale diminuzione pure per ciò che riguarda le classi di età e la situazione nei vari distretti umbri. Quello con l’incidenza maggiore è Spoleto con 728 positivi su 100mila abitanti, seguito da Foligno con 665 casi. Il valore più basso, invece, si registra nell’Alto Chiascio con 453 contagi su 100mila abitanti. Rispetto alla settimana precedente, poi, si osserva una diminuzione nell’impegno ospedaliero regionale: sempre alla data del 9 agosto risultavano 232 ricoveri in area medica e 3 ricoveri in terapia intensiva. Intanto la variante Omicron 5 si attesta all’89%. Dato che sale al 97% se si considera anche la diffusione di Omicron 4.

Dalla Regione fanno, poi, sapere come sia in netto calo nelle aziende ospedaliere e nelle aziende sanitarie, il numero di medici, infermieri e altro personale attualmente positivi al Covid: se lo scorso 3 luglio il dato era di 369 professionisti contagiati, al 7 agosto scorso si attestava a 195.

Passando ai vaccini, le quarte dosi somministrate complessivamente alla data di giovedì 11 agosto sono state 39.394, pari al 13% della popolazione attualmente vaccinabile secondo le indicazioni del Ministero della Salute. Rispetto alla settimana precedente si è assistito, dunque, ad un aumento di circa 4mila dosi. E proprio a questo proposito dalla Regione Umbria ricordano che le agende per tutto il mese di agosto sono ancora aperte e che è possibile effettuare le prenotazioni in tutte le sedi vaccinali.

Per le prenotazioni, oltre al portale regionale (https://vaccinocovid.regione.umbria.it/) e possibile utilizzare all’App dedicata (SanitApp-Regione Umbria). La somministrazione del vaccino è prevista negli ambulatori dei medici di medicina generale e nelle farmacie.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento