Diocesi di Foligno, monsignor Nizzi confermato vicario. Un laico per il settore economico

Il vescovo Gualtiero Sigismondi ha confermato la fiducia al suo principale collaboratore. I beni culturali vedono la conferma di monsignor Paolo Aquilini

Gualtiero Sigismondi (foto Alessio Vissani)

Tra conferme e nuove nomine il vescovo di Foligno, monsignor Gualtiero Sigismondi, ha rinnovato alcune importanti cariche della Diocesi. Il primo nome a saltare all’occhio è quello di Maurizio Cipolloni, a cui monsignor Sigismondi ha deciso di affidare la gestione economico-amministrativa. Per la prima volta, dunque, sarà un laico a ricoprire il ruolo di incaricato vescovile per l’economia.

Da domenica primo dicembre e per il prossimo quinquennio, quindi, il dottor Cipolloni dovrà occuparsi del settore economico-amministrativo della diocesi, compresi i beni culturali ecclesiastici, l’edilizia di culto e i cantieri della ricostruzione post-sismica.

Questioni delle quali si era occupato negli ultimi dieci anni monsignor Paolo Aquilini, che rimarrà comunque per il prossimo quinquennio alla guida dell’Ufficio diocesano per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto. Ufficio che - lo ricordiamo - si occupa della tutela, della valorizzazione e della conservazione del patrimonio artistico.

Confermato invece, dopo due mandati svolti “con fedeltà, competenza e discrezione”, monsignor Giovanni Nizzi nel servizio di vicario generale e moderatore di Curia per altri cinque anni. In qualità di principale collaboratore del vescovo, monsignor Nizzi continuerà a seguire l’organizzazione e il funzionamento degli organismi della Curia e degli uffici diocesani, le articolazioni territoriali e associative della diocesi e la vita del presbiterio.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento