DressUp! Da Foligno l'applicazione che spopola nel web

Giacomo Parisi "veste" i possessori di smartphone con la sua applicazione per chi non sa o non ha voglia di decidere cosa indossare prima di uscire da casa. Apple la classifica come una delle dieci app migliori in Europa

L'icone dell' app del giovane Folignate

Nasce dall'idea di un giovane folignate quella che ad oggi è stata classificata dalla Apple come una delle dieci applicazioni migliori in Europa. Ideatore dell'applicazione DressUp!, è il ventiquattrenne Giacomo Parisi, laureato in Comunicazione pubblicitaria e internazionale all'Università per Stranieri di Perugia. Non si sarebbe mai aspettato un successo simile quando una mattina,stufo di scegliere cosa indossare, decide di trovare un' app in grado di soddisfare tutte le sue aspettative: nasce così nella mente di Giacomo DressUp!. Dopo un anno e mezzo di duro lavoro al fianco dei programmatori Andrea Picchi e Simone Figliè, entrambi livornesi, l'applicazione raggiunge la sua completezza e, nel giro di pochissime settimane, raggiunge quota 21mila download. DressUp! è il primo outfit manager virtuale, che si pone come scopo quello di avvicinare al mondo dell'abbigliamento e del buon vestire tutti gli utenti che hanno difficoltà ad individuare i colori o semplicemente vogliono sfruttare al massimo i propri vestiti creando combinazioni sempre nuove. Niente più indecisioni quindi, ma un solo semplice click e si è pronti per uscire di casa sempre con un outfit nuovo e adatto ad ogni occasione. "L'idea di Dress Up! nasce dalla cosa più semplice di questo mondo, ovvero aprire l'armadio e non sapere quello che mettersi. Visto che non sono bravissimo con gli abbinamenti dei vestiti, - afferma Giacomo Parisi - ho pensato a creare un'applicazione apposita. L'obiettivo è quello di andare incontro alle esigenze degli utenti. Se non sai cosa metterti, l'applicazione dice come vestirti senza perdere tempo davanti l'armadio. Il fatto che la Apple abbia deciso di nominarla tra le prime dieci a livello europeo - conclude Parisi - è il risultato della determinazione che abbiamo impiegato nel progetto".

Logo rgu.jpg

di Viola Minelli

Aggiungi un commento