“Droga, doping e adolescenza: cosa fare?” Se ne parla a Cannara

L'appuntamento è per martedì, alle 21, all'auditorium San Sebastiano. Presenti, oltre alle istituzioni anche il delegato regionale Fmsi, Giovanni Boni e l'atleta Luca Panichi

La locandina dell'incontro

L'uso di sostanze stupefacenti e dopanti tra i ragazzi. È questo il tema al centro dell'incontro dal titolo “Droga, Doping e Adolescenza: cosa fare?” che si terrà martedì sera, alle 21, all'auditorium San Sebastiano di Cannara. L’iniziativa è organizzata dal Comitato Umbro della Federazione Medico Sportiva Italiana in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del comune di Cannara. Ad introdurre i lavori sarà il sindaco Fabrizio Gareggia, che affronterà il problema della dipendenza da droghe e dell’uso di sostanze dopanti nella pratica sportiva con il contributo del dottor Giovanni Boni, delegato regionale Fmsi e di Luca Panichi, ciclista in carrozzina, che fungeranno da moderatori e forniranno informazioni di natura medica e tecnica. Particolarmente importante, la partecipazione di Cesare Mancini che, uscito dal tunnel della tossicodipendenza, racconterà la sua esperienza diretta. 'L’iniziativa – spiega al riguardo l'assessore comunale all'Istruzione, politiche sociali e giovanili, Elisabetta Galletti - è diretta a sensibilizzare i giovani e le loro famiglie su un tema di grande serietà che mette rischio la salute e la vita dei ragazzi. L’universo degli adolescenti è per sua natura straordinario e fragile – prosegue - e la conoscenza della pericolosità dell’uso di questo sostanze costituisce un’insostituibile arma di difesa. Le istituzioni e la scuola svolgono in questo senso – conclude l'assessore - un ruolo fondamentale, anche di sostegno alle famiglie, nella divulgazione di una corretta informazione su tale argomento”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento