Foligno avrà il suo Don Matteo. Amoni: "Sorpresa cinematografica con grandi attori"

Dopo le felici esperienze in diverse città dell'Umbria, ora anche il "Centro del mondo" é pronto ad ospitare le macchine da presa grazie a Confcommercio

Aldo Amoni

Che il mondo del cinema e quello delle fiction stiano riscoprendo l’Umbria? Le cronache degli ultimi giorni sembrano propendere per il sì. E così, mentre Spoleto si prepara al gran finale di stagione di Don Matteo, giunto alla sua undicesima edizione - in programma per giovedì 19 aprile - e il sindaco Annarita Falsacappa conferma che Bevagna sarà tra i set del nuovo film ispirato all’opera di Umberto Eco “Il nome della rosa”, Foligno non rimane certo a guardare. Dopo le voci circolate nelle scorse settimane, che volevano l’arrivo nella città della Quintana di una nota fiction, a svelare qualcosa in più al riguardo è il presidente di Confcommercio Foligno, che comunque preferisce rimanere cauto. Sebbene le indiscrezioni abbiano un fondo di verità, infatti, Aldo Amoni spiega come occorrerà attendere l’ok ufficiale al progetto, anche se conferma che per Foligno ci potrebbe essere in arrivo “una grossa sorpresa cinematografica”. Di cosa si tratti difficile dirlo per il momento. Il numero uno folignate di Confcommercio, infatti, non si sbilancia, rinviando l’annuncio ufficiale a quando tutto sarà messo nero su bianco. Di certo c’è che il progetto per cui starebbe concorrendo Foligno è nuovo e, dichiara Amoni, “vedrebbe la presenza nel cast di grandi attori”. Se fosse tutto confermato, quindi, per Foligno si potrebbero profilare nuovi scenari. Basti pensare a tutte le ricadute positive che l’arrivo di troupe e cast potrebbero avere sull’economia cittadina, a cominciare dalle strutture ricettive e dai tanti bar e ristoranti presenti sul territorio. Senza considerare, poi, i risvolti sul fronte turistico. Spoleto, in questo senso, insegna cosa voglia dire essere una location privilegiata per esperienze di questo tipo, capaci di attirare turisti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero. L’auspicio, dunque, è che quello che oggi è ancora un progetto, possa presto diventare realtà. Intanto la Confcommercio, appoggiata anche dall’amministrazione comunale, continua per la propria strada, decisa a regalare un’imperdibile occasione alla città di Foligno, che potrebbe così arricchire ulteriormente la sua già corposa offerta di eventi ed iniziative. Di certo, a trarne beneficio sarebbero anche le tante bellezze che Foligno custodisce e - purtroppo - ancora troppo poco conosciute al di fuori dei confini cittadini. 

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Commenti

È Terni rimane a guardare

Aggiungi un commento