Foligno, il “Blasone” attende un nuovo gestore. Le società: “Ma ora le cose vanno meglio”

Da cinque mesi il Comune ha ripreso in mano la vicenda-stadio. Ora le acque sembrerebbe si siano calmate. Entro l'estate un nuovo accordo?

Lo stadio "Blasone" fotografato l'8 maggio 2017

Sono passati oramai cinque mesi da quando il Comune ha ripreso in mano la gestione del “Blasone”. Cinque mesi da quando, a seguito dell'interdittiva antimafia nei confronti della squadra di calcio Città di Foligno, l'amministrazione Mismetti ha riottenuto il pieno controllo dello stadio per cercare di venire incontro alle esigenze delle altre realtà sportive. Senza grandi sforzi, pare che il Comune sia riuscito nell'intento. Già, perché se le carenze strutturali e alcune difficoltà permangono (su tutte quella legata all'impianto elettrico), c'è da dire che ora il clima appare più disteso. Ad usufruire del “Blasone” attualmente sono l'Atletica Winner e la sezione Aia di Foligno, in una sorta di “autogestione” regolamentata però dall'intervento comunale qualora ce ne fosse bisogno. L'esempio arriva da domenica scorsa quando, per lo svolgimento di un evento, l'Atletica Winner ha chiesto al Comune di provvedere allo sfalcio dell'erba. Richiesta esaudita nel giro di pochi giorni. Certo, il manto erboso non è in perfette condizioni, ma ancora non ha raggiunto i disastrosi livelli dello scorso anno. Anche perché, gli sguardi delle varie realtà sportive ora sono concentrati alla prossima estate. Si attende per la nascita del nuovo Foligno Calcio, che dovrebbe riprendere in mano la gestione dello stadio e coordinarsi con tutti coloro che vorranno usufruire del “Blasone”. La Winner è già in contatto con i futuri dirigenti della realtà calcistica folignate: “Stiamo già cercando una soluzione condivisa – spiega il presidente dell'Atletica, Gian Luca Mazzocchio –. Trovare un accordo rappresenterebbe una novità assoluta dell'ultimo ventennio per il 'Blasone'. L'intento è quello di creare qualcosa che vada bene a tutti. Attualmente le cose sembrano comunque andare meglio - conclude Mazzocchio - vorrei a tal proposito ringraziare l'Ufficio sport del Comune per la tempestività nell'esaudire la nostra richiesta della scorsa domenica”. Anche la sezione folignate dell'Aia non sembra disdegnare l'attuale situazione. Gli arbitri continuano ad allenarsi almeno tre volte a settimana allo stadio, anche se per le docce usufruiscono di un accordo con l'adiacente PalaPaternesi. I fischietti sono tornati a sudare al “Blasone” da circa un mese e guardano con interesse alla gestione futura della struttura: “Speriamo che in vista della prossima stagione calcistica si riesca a trovare una soluzione proficua per tutti – commenta la numero uno dell'Aia di Foligno, Valentina Finzi -. Noi siamo pronti a collaborare”. In vista della stagione estiva, un fattore favorevole lo giocherà proprio il clima. Con le giornate che man mano si allungheranno e le temperature in aumento, il Comune avrà dalla sua la possibilità di tamponare alcune problematiche gestionali. Ma la bella stagione dovrà portare con sé anche il nome del nuovo gestore dell'unico stadio di Foligno.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento