Foligno, due giornate di screening gratuiti contro il diabete

Creato dai Club di Lazio, Sardegna ed Umbria del Lions Club, “100 Piazze per Battere il Diabete” passerà in città con il Camper della Salute giovedì 29 e venerdì 30 settembre

Foligno, piazza della Repubblica e palazzo comunale

Farà tappa anche a Foligno il progetto “100 Piazze per Battere il Diabete” creato dai Lions Club di Lazio, Sardegna ed Umbria. Si tratta, nel dettaglio, di screening gratuiti del diabete che vengono effettuati grazie al mezzo mobile di prevenzione sanitario dei Lions italiani, lo stesso che, appunto, girerà da nord a sud il Cuore verde d’Italia. Il Camper della Salute, nel dettaglio, è partito sabato 27 agosto da Umbertide e, dopo essersi fermato a Gubbio, proseguirà il suo tour per le piazze di Orvieto, Città della Pieve, Marsciano, Todi, Spoleto, Terni, Narni, Norcia, Bettona e Deruta, fino ad arrivare a Foligno giovedì 29 e venerdì 30 settembre. Un tour che offre dunque ai cittadini la possibilità di effettuare gratuitamente un test della glicemia, per individuare condizioni che possano essere rivelatrici di un rischio di diabete o di un diabete misconosciuto. Un progetto che porterà nei prossimi mesi lo screening del diabete in almeno cento piazze, scuole o luoghi di aggregazione. L’obiettivo è di offrire ad almeno 10mila persone la possibilità di controllare in modo semplice, veloce e praticamente indolore il livello della loro glicemia.

“Il progetto – spiega Fabrizio Sciarretta, coordinatore dei Lions Club di Lazio, Sardegna e Umbria – ha come obiettivo quello di rivelare casi di diabete misconosciuto perché la persona magari da tempo non faceva analisi del sangue di controllo o sottostimava l’importanza di eseguire controlli periodici”. In particolare, accedendo allo screening, al cittadino verrà sottoposto un questionario anamnestico per stimare il rischio di contrarre il diabete nel corso degli anni successivi, mentre il successivo test della glicemia gli consentirà di verificare la situazione esistente al momento dello stesso test.

“Purtroppo – commenta Sciarretta – l’esperienza sul campo ci dice come in ogni giornata di screening individuiamo valori della glicemia fuori norma. Alle volte – evidenzia – si tratta di valori non immediatamente pericolosi che richiedono però test di verifica, altre volte invece – conclude - ci troviamo di fronte a valori che segnalano un pericolo immediato e molto grave per la salute della persona”.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento