Foligno, la Polfer entra a scuola per insegnare la legalità

Dalla cattedra, il comandante D'Antoni spiegherà ai ragazzi le regole da seguire per stare alla larga dai pericoli

Alessandro D'Antoni (in basso a sinistra) insieme alla squadra della Polfer di Foligno

Imbrattamento dei treni e degli ambienti ferroviari, atti di vandalismo nel senso più generico del termine ma anche gesti cosiddetti imprudenti, come l'uso degli auricolari per ascoltare la musica o di cellulari mentre ci si trova in uno scalo ferroviario. Saranno questi i temi al centro dell'incontro che il comandante della sezione folignate della polizia ferroviaria, Alessandro D'Antoni, terrà alla scuola secondaria di primo grado “Gentile da Foligno”. L'appuntamento con gli studenti è per sabato 28 marzo alle 11, quando il comandante D'Antoni entrerà nelle aule per avvicinare le nuove generazioni alla legalità ed al rispetto delle regole previste all'interno di una stazione ferroviaria. In linea generale, nel corso dell'incontro verranno illustrati i principi base dell'ordinamento giuridico, con tutti i risvolti che questo implica anche a livello penale ed in cui si può incappare nel caso in cui ci si comporti in maniera sbagliata. Nel dettaglio, Alessandro D'Antoni illustrerà agli alunni della “Gentile” i compiti e le funzioni preventive e repressive della polizia ferroviaria, dell'ambiente in cui opera, ma anche tutti i pericoli in cui si può incappare frequentando lo scalo ferroviario e soprattutto le regole di comportamento da seguire per starne alla larga.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento