Foligno, nuovo dirigente per il Governo del territorio. Ora il Comune ne cerca altri tre

Chiusa la selezione per sostituire Vincent Ottaviani, adesso tocca a colui che prenderà il posto di Sandro Rossignoli e delle altre due figure che andranno in pensione

Un particolare della sala consiliare del Comune di Foligno

Antonia Fratino è il nuovo dirigente del Governo del territorio del Comune di Foligno. L'architetto, che aveva momentaneamente guidato l'Area all'indomani della fine dell'incarico dell'ex dirigente Vincent Ottaviani, ora sarà la nuova responsabile per i prossimi tre anni. Il nuovo dirigente ha vinto la selezione indetta dal Comune di Foligno, divisa in due fasi: una prima selezione ed un successivo colloquio con il sindaco. La dirigente Antonia Fratino ha iniziato la sua nuova avventura professionale lo scorso 14 ottobre e terminerà l'incarico – salvo prolungamenti – il 13 ottobre del 2022. Chiusa la partita per l'Area Governo del territorio, ora lo sguardo è rivolto alle altre tre figure dirigenziali che presto rimarranno vacanti. La prima in ordine di tempo sarà quella strategica dell'Area Servizi finanziari. Attualmente il responsabile è Sandro Rossignoli, che rimarrà però in Comune fino alla fine dell'anno. Poi per lui si spalancheranno le porte della direzione generale dell'Auri a tempo pieno per i prossimi tre anni. Per sostituirlo, da piazza della Repubblica è partito un bando per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di un nuovo dirigente dei Servizi finanziari. La partecipazione al bando scadrà il prossimo 31 ottobre. Stessa scadenza anche per il bando che mira a coprire altri due posti di “dirigenti amministrativi”. Anche in questo caso le nuove figure andranno a sostituire i titolari di altrettanti settori che a breve perderanno il proprio vertice. E' questione di mesi infatti, e poi le dirigenti Annarita Astri (Area Diritti di cittadinanza) e Cristina Ercolani (Area Cultura, Formazione e Sport) lasceranno il Comune per godersi la pensione. Il bando punterà dunque alla loro sostituzione con due nuovi dirigenti a tempo pieno ed indeterminato. Ma non finisce qui, perché a breve scadrà l'incarico dirigenziale (ex articolo 110) di Francesco Castellani, responsabile dei Lavori pubblici. Il decreto numero 41 del 30 dicembre 2016 prevede infatti che Castellani sia il dirigente di quest'Area fino al 29 dicembre prossimo. Il Comune dovrà dunque mettere mano anche a questo settore della macchina burocratica. Scaduto lo scorso 30 settembre l'incarico di Ezio Palini all'interno dell'Area Sviluppo economico, per il quale il sindaco Stefano Zuccarini ha previsto un prolungamento fino al giorno in cui il dirigente non andrà in pensione.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento