Foligno, studenti a lezione di sicurezza e legalità con la polfer

Invitati all'Ite "Scarpellini" nel corso della settimana informativa, gli agenti hanno illustrato le linee guida per il giusto comportamento in ambito ferroviario

Gli agenti della polfer allo "Scarpellini"

Si chiama “Train to be cool”, ed è il progetto ospitato all'Ite “Feliciano Scarpellini” di Foligno per affrontare l'importante tema della sicurezza ferroviaria. L'appuntamento, all'interno della settimana informativa, ha visto salire in cattedra gli agenti della polfer di Foligno, guidati da Alessandro D'Antoni. “Essere consapevoli dei rischi, saper adottare i giusti comportamenti per prevenire ed evitare situazioni di pericolo per la propria ed altrui incolumità – dichiara il comandante Alessandro d'Antoni - sono alcuni degli obiettivi delle nostre lezioni formative”. Non si parte dalle sanzioni, infatti, ma da casi di cronaca concreti, reali e possibili, in cui ogni studente può imbattersi, delineando le giuste alternative comportamentali da seguire. L'attraversamento imprudente dei binari, l'utilizzo di cuffiette per ascoltare la musica durante la permanenza in stazione, o il tentativo di salire a bordo del treno in movimento sono alcuni degli episodi descritti nel corso delle lezioni per sensibilizzare i ragazzi ad un comportamento responsabile. Inoltre, capire il ruolo e le funzioni della polizia ferroviaria attraverso l'interazione con gli stessi studenti, rispondendo alle loro domande e ai loro quesiti. “Il principio di legalità è importante – spiega D'Antoni – il che non si traduce in soli divieti, ma nel reale rispetto della stazione, dei mezzi di trasporto, e degli altri passeggeri. Il tutto per cercare di non creare inutili e dannose situazioni di pericolo per se stessi e gli altri. Siamo contenti - conclude - che quest'anno siano stati i ragazzi a sceglierci dopo i proficui incontri sulla sicurezza dello scorso anno”.

Logo rgu.jpg

di Federica Lorusso

Aggiungi un commento