Foligno, in via Isolabella si parla della storia della chirurgia con Luigi Mearini

L’iniziativa rientra nel cartellone di eventi promossi dal Laboratorio di scienze sperimentali per il ventennale. Ecco tutti gli altri appuntamenti in calendario per il 2019

Il dottor Luigi Mearini

Sarà il dottor Luigi Mearini, dirigente della struttura complessa di urologia del San Giovanni Battista di Foligno, il prossimo relatore ospitato dal Laboratorio di scienze sperimentali di Foligno. Dopo la pausa natalizia, infatti, riprendono gli incontri messi in calendario per celebrare i vent’anni di attività della struttura di via Isolabella. L’appuntamento con il dottor Mearini è per mercoledì 16 gennaio, alle 17.30, nella sala conferenze del laboratorio folignate. dove terrà l’incontro dal titolo “Dalla chirurgia etrusca alla chirurgia robotica”. Poi ne seguiranno altri dieci. Un incontro a settimana, fino alla fine del prossimo mese di marzo.

Il 25 gennaio (ore 17.30, sala conferenze Laboratorio Scienze Sperimentali) sarà la volta del ricercatore dell’Infn e dell’Università degli Studi di Perugia, Nicola Tomassetti, con un evento dal titolo “Raggi cosmici: le particelle galattiche che raccontano la storia dell’universo”. Stesso orario e stessa location anche per la conferenza del 31 gennaio, quella con il ricercatore di chimica e fisica dell’Ateneo perugino, Pier Luigi Gentili, dal titolo “Districando i sistemi complessi, una grande sfida per la scienza”.

Il 7 febbraio, invece, sarà la volta della ricercatrice del Dipartimento di fisica e geologia dell’Università degli Studi di Perugia, Sara Palmerini, con l’incontro “Astrofisica nucleare ovvero la fisica nucleare delle stelle” dedicato agli studenti del Liceo scientifico “Marconi”. E la fisica sarà anche al centro dell’appuntamento del 15 febbraio (ore 17.30, sala conferenze Laboratorio Scienze Sperimentali) con Matteo Duranti, ricercatore dell’Infn e dell’Ateneo perugino, che verterà su “La fisica delle particelle elementari nello spazio e la ricerca di materia oscura e antimateria primordiale”. Dalla fisica si passerà quindi alla biologia con Andrea Messina. Il biologo del Centro Interdipartimentale Mente/Cervello di Trento sarà ospite del Laboratorio di Scienze Sperimentali il 22 febbraio (ore 17.30) con una conferenza dal titolo “Dall’acquario alle malattie neurodegenerative. Ecco cosa ci insegnano i pesci sul nostro cervello e le sue malattie”. Cinque giorni dopo, il 27 febbraio (ore 17.30, sala conferenze Laboratorio Scienze Sperimentali) toccherà invece ad Azzurra Zucchini. Ricercatrice del Dipartimento di fisica e geologia dell’Università degli Studi di Perugia, parlerà di “Storia di un meteorite: dall’origine allo studio in laboratorio”.

Il mese di marzo si aprirà lunedì 4 (ore 17.30, sala conferenze del Laboratorio di Scienze Sperimentali) con “I segreti quantistici della natura”, su cui interverrà Filippo Caruso, professore associato del Dipartimento di fisica ed astronomia dell’Università di Firenze. A seguire, il 15 marzo (ore 17.30, sala conferenze del Laboratorio di Scienze Sperimentali) a prendere la parola sarà il biologo evoluzionista ed etologo della Fondazione Museo civico di Rovereto, Gionata Stancher, con una conferenza dal titolo “7 in condotta: intelligenze e abilità degli animali sui banchi di scuola”. Il penultimo appuntamento è in calendario per il 21 marzo (ore 17.30, sala conferenze del Laboratorio di Scienze Sperimentali) con Francesco Santini. Il ricercatore del Dipartimento di matematica e informatica dell’Università degli Studi di Perugia interverrà su “Le tecnologie blockchain, oltre lo scambio di criptovaluta”. A chiudere il ciclo di conferenze saranno, infine, Cinzia Grazioli e Livia Pirovano di CusMiBio, con “Tutti uguali, tutti diversi: la diversità è una ricchezza” il 29 marzo (ore 17.30, sala conferenze del Laboratorio di Scienze Sperimentali). 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento