I Gilet gialli arrivano a Foligno: al Poledrini un incontro con Rouille e Yonnet

I promotori: “Dai fratelli francesi ci arriva non solo una domanda di solidarietà che va raccolta, ma anche una lezione per dire no all’austerità neoliberista”

I Gilet gialli

Deviazione a Foligno per i “Gilet gialli” di Caen prima dell’appuntamento di sabato 12 dicembre a Roma. Véronique Rouille e Yvan Yonnet, che guidano il movimento francese, saranno infatti nella città della Quintana il giorno prima. Venerdì 11 gennaio, alle 18, i due leader saranno all’Hotel Poledrini.

L’iniziativa “Gilet gialli a Foligno” porta la firma di Futuro Collettivo, collettivo politico - come recita lo stesso nome - nato in città lo scorso mese di novembre dalla volontà di un gruppo di cittadini interessati ai problemi sociali e culturali della città. Interessato - spiegavano gli organizzatori poche settimane fa presentandosi alla città - “ a promuovere e favorire il confronto ed il dibattito sui temi più vari, senza preclusioni nei confronti di nessuno e prescindendo dalle idee o dalle appartenenze politiche. Tranne una: quella del riconoscimento, dell'accettazione e della promozione dei valori della Costituzione del 1948, nata dalla Resistenza”.

Ed ora, a distanza di quasi due mesi dal primo incontro incentrato sul tema dell’immigrazione, allo scopo di individuarne le cause ma anche possibili soluzioni, Futuro Collettivo torna a far parlare di sé con quella che i promotori definiscono “un'iniziativa importante di sostegno ai Gilet gialli, da cui ci arriva - proseguono - non solo una domanda di solidarietà che va raccolta, ma anche una lezione fondamentale. Quella indicata dai fratelli francesi - concludono infatti - è la strada da seguire anche in Italia qualora l'Unione europea impedisse al governo di farla finita con l'austerità neoliberista”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento