Gli “svitati per l’ambiente” recuperano due giardini tra Roma e Milano

L’iniziativa realizzata da UmbraGroup e Boeing Italia ha coinvolto gli studenti di alcune scuole primarie delle due città

L'inaugurazione del giardino condiviso di Roma

Si chiama “Giardini condivisi” ed è un’iniziativa firmata Boeing e UmbraGroup, novità assoluta dell’edizione 2017 del progetto “Svitati per l’ambiente. Parliamo di sostenibilità”. E i giardini in questione sono quelli che si trovano nei quartieri periferici di Nuova Ponte di Nona a Roma e Giambellino a Milano che ora, grazie proprio all’iniziativa dei due colossi dell’aeronautica - in collaborazione con Retake e Ellesse Edu -, sono tornati a nuova vita dopo anni di incuria e degrado. A prendersene cura, riportandoli agli antichi fasti, sono stati gli studenti delle scuole primarie “Peppino Impastato” di Roma e “Nazario Sauro” di Milano, protagonisti di un percorso didattico di cinque mesi durante il quale si sono occupati di tutte le fasi di risanamento dell’area verde adottata in prossimità del loro edificio scolastico. In prima linea anche le amministrazioni comunali delle due città, che hanno concesso alle due scuole l’adozione delle aree verdi. E’ stato così che, con l’aiuto dei genitori e dei volontari di Retake, i giovanissimi studenti hanno ripulito le aree verdi, costruito aiuole per piantumare piante e fiori e ridipinto le panchine. Un altro importante tassello si va quindi ad aggiungere al puzzle realizzato in questi anni di attività dal progetto “Svitati per l’ambiente” che, ad oggi, ha coinvolto oltre 200mila alunni delle scuole primarie di tutta Italia. ANTONIO DE PALMAS - “La restituzione di questi due giardini a zone di periferia di Roma e Milano - ha detto il presidente di Boeing Italia e Sud Europa, Antonio De Palmas - dimostra in modo tangibile lo spirito di responsabilità sociale di Boeing, che punta a portare benefici concreti nella comunità locale. Grazie a Svitati per l’Ambiente e alla partnership con UmbraGroup - ha aggiunto - abbiamo insegnato ai ragazzi l’importanza della cura e della valorizzazione del bene comune e trasformato delle aree abbandonate all’incuria in spazi più vivibili”. BEATRICE BALDACCINI - “Vedere la trasformazione di questi giardini degradati in parchi meravigliosi - gli fatto eco Beatrice Baldaccini, direttore delle risorse umane e comunicazione di UmbraGroup - dimostra quanto sia importante responsabilizzare i ragazzi sul bene comune. Oggi queste aree sono luoghi importanti di socializzazione per tutti i cittadini che li abitano - ha concluso - e questo è il dono più prezioso di Svitati per l’Ambiente. Siamo orgogliosi si aver promosso questa iniziativa con un partner come Boeing, con cui condividiamo non solo il business ma anche l’etica”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento