“La gabbia di fuoco” ha chiuso il carnevale di Sant’Eraclio

Bilancio positivo per l’edizione 2015 della manifestazione carnascialesca folignate

Uno dei carri allegorici del Carnevale dei ragazzi di Sant'Eraclio

È stato il tradizionale spettacolo pirotecnico a far calare il sipario sulla 54esima edizione del Carnevale dei ragazzi di Sant’Eraclio. Anche quest’anno, infatti, sono stati i fuochi d’artificio de “La gabbia di fuoco” a chiudere il secondo ed ultimo appuntamento con il corso mascherato. Ad illuminare il Castello dei Trinci e il centro storico è stato uno spettacolo unico nel suo genere. L'appuntamento con i giochi pirotecnici ha preso il via alle 19, lasciando estasiato ed entusiasta il pubblico.  A precedere lo spettacolo pirotecnico un turbinio di coriandoli lungo le vie, le piazze e i vicoli, affollati da grandi e piccini. Per strada maschere, carri allegorici di cartapesta, artisti e bande. In festa tutta la frazione folignate di Sant’Eraclio. Un grande successo che ha interessato anche il mercatino allestito per vendere le 500 maschere di ceramica dipinte dagli allievi dell'Istituto comprensivo "Galilei", con cui l’associazione del “Carnevale dei ragazzi di Sant’Eraclio” ha finanziato l’attività didattica della scuola. Grande apprezzamento anche per gli spettacoli della rassegna teatrale ospitati nella “Sala don Luciano” di Sant’Eraclio e all’auditorium “San Domenico”.  Altra caratteristica saliente di questa edizione 2015 sono stati i laboratori allestiti nella taverna del rione Contrastanga e nel centro commerciale “Ipercoop” di Collestrada, dove i ragazzi sporcandosi le mani hanno potuto esprimere la loro creatività nel realizzare le maschere, avvicinandosi all'arte della cartapesta. L’appuntamento è ora per il prossimo anno, anche se fino a martedì 17 febbraio sarà possibile continuare a degustare i piatti preparati all’Osteria.

 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento