La grande solidarietà di Cave: dal sostegno all’ospedale al cibo per le famiglie

La pro loco ha donato cinque saturimetri al San Giovanni Battista ed avviato una raccolta di generi alimentare tra i residenti per le persone in difficoltà

La Pro Loco di Cave con i generi alimentari

Tra i tantissimi gesti di solidarietà che si vanno susseguendo in queste settimane nel territorio di Foligno, c’è anche la doppia iniziativa promossa dalla pro loco di Cave. Doppia perché la piccola frazione folignate ha deciso di operare su due diversi versanti: da un lato, dando sostegno all’ospedale cittadino e, dall’altro, tendendo la mano alle famiglie che in queste settimane stanno affrontando una vera e propria emergenza alimentare. Sono questi attualmente, infatti, i fronti che stanno richiedendo maggiore attenzione, tanto dalle istituzioni quanto più in generale dall’intera comunità.

Da qui, dunque, la decisione della pro loco di Cave di donare al San Giovanni Battista di Foligno cinque saturimetri destinati alla Struttura complessa di medicina d’urgenza. “Un piccolo gesto - spiegano i promotori - che può contribuire a salvare la vita di chi ha bisogno in questo momento così particolare”. Contemporaneamente, però, la pro loco di Cave ha deciso anche di lanciare tra gli abitanti della frazione una raccolta di generi alimentari per le famiglie in difficoltà a causa del Covid-19. Tutti i beni donati sono stati così raccolti e consegnati ai parroci dell’Unità pastorale Giovanni Paolo II, di cui la frazione di Cave fa parte. A loro, ora, il compito di farli arrivare a destinazione: sulle tavole cioè di quelle persone che in queste lunghe e dure settimane di quarantena si sono ritrovati nelle condizioni di non poter provvedere da sé ai bisogni primari della propria famiglia.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento