Il miglior cavaliere d’Italia si decide a Foligno: sabato la premiazione

In lizza per la conquista del titolo anche il Pertinace del Rione Cassero, Luca Innocenzi, reduce dalla doppia vittoria quintana

La vittoria di Luca Innocenzi della giostra della Rivincita 2018 (foto Vissani)

Sono ben 81 i fantini in lizza per il premio “Miglior cavaliere d’Italia”. Tra questi anche il plurivittorioso portacolori del Rione Cassero, Luca Innocenzi, forte anche della doppietta realizzata nelle ultime due giostre della Quintana. Per scoprire, però, chi sarà a portarsi a casa il titolo e la “Pergamena d’autore” realizzata per questa seconda edizione del premio dall’artista i Sulmona, Giuseppe di Camillo, occorrerà aspettare ancora qualche giorno. La cerimonia è, infatti, in programma per sabato 10 novembre, alle 17.30 a Foligno. Ospitata a palazzo Candiotti, sede dell’Ente Giostra Quintana, l’evento sarà presentato da Mauro Silvestri, mentre a fare gli onori di casa sarà il presidente Domenico Metelli. Il premio - lo ricordiamo - è riservato a tutti i cavalieri che, nel corso del 2018, hanno vinto le varie Giostre e Quintane che sono state suddivise in due categorie: “giostre storiche” - dove cioè il cavaliere partecipa in rappresentanza di un quartiere, rione o contrada indossando un costume storico -, e “giostre non storiche”, ovvero quelle giostre dove il cavaliere partecipa a titolo personale e senza indossare costumi storici. Per questa edizione sono state censite, in totale, 68 manifestazioni di cui 51 giostre storiche e le restanti 17, invece, non storiche. Nel complesso, gli aspiranti al titolo di “Miglior cavaliere” saranno 81, 15 per la categoria “Miglior giovane under 18”, 16 per la “Miglior amazzone”, 85 per la categoria “Binomio più vittorioso” e 52 per la categoria “Proprietario cavallo più vittorioso”. Ad ideare il prestigioso riconoscimento l’aretino Roberto Parnetti tramite il progetto “Si dia Inizio al Torneamento - Giostre, Quintane e Palii d’Italia”, unico nel suo genere in ambito nazionale che vede incluse città sedi di rievocazioni storiche cavalleresche. 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento