Nocera Umbra celebra la sua acqua: coinvolti gli studenti di tutte le scuole cittadine

Tante le iniziative in cartellone per la giornata di venerdì 22 marzo: ad aprire gli appuntamenti i bambini della scuola primaria che intoneranno l’inno dell’istituto

Nocera Umbra

Pon pon alla mano scenderanno da piazza Caprera a piazza Umberto I, intonando la canzone “Il mondo degli uomini bambini”, inno della scuola. Sono i piccoli alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “Dante Alighieri” di Nocera Umbra che, venerdì 22 marzo, alle 9.30, daranno il via alle celebrazioni della “Giornata mondiale dell’Acqua”. Un evento che coinvolgerà gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado cittadine. Per l’occasione il Giardino delle acque, alle 9.45, farà da sfondo ad esibizioni musicali, strumentali e corali tenute dagli alunni della primaria e della secondaria di primo grado. Poi sarà la volta dei saluti istituzionali e della poetessa Maria Rosaria Luzi, che reciterà la poesia “Oh Acqua di Nocera vanto”. 

Dopo questa prima fase introduttiva, si aprirà il percorso itinerante. Accompagnati dalle studentesse dell’alternanza scuola lavoro degli istituti superiori si andrà alla scoperta delle sei location scelte per ospitare le iniziative del “World Water Day”. Si inizierà dal seminario vescovile, dove i giovani saranno i protagonisti di una lezione da parte di professori dell’Università per stranieri di Perugia, per poi passare al Museo archeologico dove l’associazione “Anter” proietterà un video sulle energie rinnovabili. tappa quindi alla Pinacoteca per la benedizione e l’esposizione della scultura di Gesù bambino vincitrice del concorso “Presepe delle Acque”, mentre palazzo Dominici e palazzo Camilli ospiteranno laboratori e mostre. A chiudere il cerchio l’Auditorium dove, a partire dalle 11, verrà proiettato a intervalli regolari il documentario “Nocera Umbra: ritorno alla sorgente”.

Le iniziative proseguiranno fino al pomeriggio. In campo anche tutti i commercianti del centro storico di Nocera, che esporranno fuori dalle loro attività il logo della manifestazione, l’Associazione culturale “L’Arengo”, i quartieri di Porta Santa Croce e San Martino e la Fie.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento