Pandemia in Umbria, nell'ultima settimana curva in leggero aumento

La fascia d'età con la media più alta è quella sopra i 65, per la quale l'assessore Luca Coletto rinnova l'invito alla vaccinazione. Il distretto di Foligno conta 250 casi ogni 100mila abitanti

Incidenza settimanale (12-18 settembre) per 100mila abitanti per distretto sanitario

La curva epidemica, come pure la media mobile a 7 giorni, in Umbria mostrano un trend in leggero aumento rispetto alle settimane precedenti. L’incidenza settimanale mobile per 100mila abitanti al 20 settembre è pari a 303. L’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni è in leggero aumento attestandosi a 1.23, così come mostra un trend in leggero aumento in tutte le classi d’età anche l’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per le varie fasce, con quella 0-18 che mostra valori inferiori rispetto agli altri. La distribuzione territoriale dell’incidenza rileva valori in leggero aumento rispetto alla settimana precedente. Il distretto con i valori più alti è quello di Orvieto, con 417 casi ogni 100mila abitanti. Quello di Foligno conta invece 250 casi ogni 100mila abitanti. Si osserva, in questa settimana di settembre, una diminuzione nell’impegno ospedaliero regionale: al 20 settembre 108 ricoveri in area medica e 1 in terapia intensiva.

“I dati elaborati dal Nucleo epidemiologico regionale – sottolinea l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto – evidenziano in tutte le fasce di età un lieve aumento dei contagi. E anche se non è evidente un aumento marcato in alcune aree territoriali o fasce di età piuttosto che in altre, va segnalato che la tendenza a contrarre il virus è leggermente più alta nella popolazione con più di 65 anni. Proprio per gli over 60 è raccomandata quindi, la somministrazione della quarta dose che protegge dalla malattia grave”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento