Passi in avanti nell'ambito della chirurgia vascolare all'Ospedale di Foligno

Effettuati due importanti impianti di endoprotesi per il trattamento delle patologie aneurismatiche dell'aorta addominale.

L'ospedale "San Giovanni Battista" di Foligno

Chirurgia vascolare di ultima generazione all'Ospedale San Giovanni Battista di Foligno. Nei giorni scorsi sono stati effettuati due importanti impianti di endoprotesi per il trattamento delle patologie aneurismatiche dell'aorta addominale. Nel primo caso è stato eseguito un impianto di “salvataggio” di rami vascolari importanti mediante una derivazione protesica specifica, mentre nel secondo intervento è stata utilizzata un’endoprotesi di ultima generazione che permette il trattamento di aneurismi dell’aorta addominale riducendo significativamente le complicanze tardive delle tecniche tradizionali. Importante l'apporto dell'angiografo fisso della sala operatoria che permette, attraverso dei softwares di elevata tecnologia, acquisizioni e ricostruzioni TC tridimensionali, facilitando il trattamento di gravi patologie vascolari con tecniche mininvasive. Questo passo in avanti nell'ambito della chirurgia vascolare è stato reso possibile grazie alla
collaborazione tra le strutture dipartimentali di Chirurgia Vascolare, Radiologia Interventistica, Angiologia, Anestesia e Rianimazione e Radiologia. Una collaborazione che si estende al trattamento di patologie vascolari carotidee e delle arteriopatie periferiche con oltre 500 casi all’anno trattati con approccio multidisciplinare. Il progetto interessa il dipartimento dell'UslUmbria 2 per il trattamento di una patologia particolare, quella del piede diabetico, che vede coinvolti più specialisti attraverso una rete integrata tra i presidi ospedalieri aziendali, i distretti territoriali, i medici di medicina generale, la due Aziende ospedaliere dell’Umbria e l’Università degli Studi di Perugia.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento