In piazza e per le strade a regalare gentilezza: l’iniziativa dell’Istituto comprensivo Foligno 2

Coinvolti i piccoli alunni delle scuole di via Piave, via Piermarini e "Serenità" che hanno regalato a passanti e commercianti i gadget realizzati per l’occasione

Gli alunni dell'Istituto comprensivo Foligno 2 regalano i gadget sulla gentilezza ai passanti

Una piacevole consuetudine che è tornata a ripetersi anche quest’anno e che neanche la pioggia ha fermato. È quella che anche in questo 13 novembre ha visto i piccoli alunni e le piccole alunne delle scuole dell’infanzia e primaria dell’Istituto comprensivo Foligno 2 protagonisti indiscussi della Giornata mondiale della gentilezza. Le scuole coinvolte quelle di via Piave, di via Piermarini, sia l’indirizzo tradizionale che quello Montessori, e Serenità per un totale di 500 studenti.

Un po’ meno di 300 quelli che sono addirittura usciti dalle loro classi e si sono riversati nelle strade e nelle piazze del centro storico folignate per regalare gesti di gentilezza ai passanti. “Un’occasione - spiegano dall’Istituto comprensivo Foligno 2 guidato dalla dirigente scolastica Morena Castellani - porre ancora l’accento sull’importanza che, oggi più che mai, rivestono valori quali la buona educazione e le buone maniere intese soprattutto come rispetto nei confronti degli altri, dell’ambiente e del mondo che ci circonda”.

Per i plessi di via Piermarini, indirizzo comune - attualmente accolto nei bellissimi spazi della caserma “Gonzaga” - e Montessori, l’ennesima occasione - come detto - per “avvicinarsi alla cittadinanza di quel centro storico - proseguono dall’istituto folignate - che vivono e animano”. Ai passanti i piccoli studenti hanno regalato gadget realizzati a scuola e dedicati appunto alla Giornata mondiale della gentilezza. Piccoli promemoria sull’essere gentili sempre dei quali hanno fatto dono anche a diversi commercianti ed operatori pubblici che, apprezzando il gesti dei bambini, “hanno colto il valore dell’iniziativa e l’hanno saputa rilanciare inserendo nei propri spazi i piccoli messaggi e manufatti ricevuti”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento