Quintana, ad Ascoli non c'è storia: doppietta di Luca Innocenzi

Dopo l'edizione di luglio, il cavaliere folignate vince anche la giostra dedicata a Sant'Emidio, patrono della città. Spavento per Elia Cicerchia di Porta Tufilla

Luca Innocenzi ad Ascoli Piceno

Per chi avesse ancora dubbi, l'ultima Quintana di Ascoli Piceno li ha tolti anche ai più scettici. Il cavaliere folignate Luca Innocenzi si è confermato re della giostra ascolana, che domenica 6 agosto era dedicata al patrono Sant'Emidio. Dopo il successo di luglio, Innocenzi porta a casa anche la seconda “tenzone” del 2017 di Ascoli Piceno, facendo il vuoto dietro di sé. Se quella di luglio aveva visto un Innocenzi rincorrere gli avversari, in quella di domenica pomeriggio il cavaliere folignate ha fatto il vuoto praticamente sin dall'inizio. Non c'è stata storia, con il portacolori di Solestà che ha chiuso con 1926 punti totali. Dietro a lui il sestiere di Porta Romana con 1840 punti grazie alla prestazione di Fabio Picchioni. Per Innocenzi è l'undicesimo successo nella Quintana di Ascoli Piceno ed è sempre di più il cavaliere con maggiori titoli in questa competizione. Ora il suo maestro Paolo Margasini, anch'egli folignate, è distaccato di due allori. Nel corso della Quintana dedicata a Sant'Emidio grande spavento per il cavaliere di Porta Tufilla, Elia Cicerchia. Nella prima tornata, Cicerchia ha colpito con la testa il Moro ed è caduto da cavallo, rimanendo per diversi secondi a terra. Il ragazzo è stato poi portato via in ambulanza ma fortunatamente non dovrebbe aver riportato nulla di grave. Dopo la doppietta di Ascoli ed il trionfo a Sulmona, per Innocenzi non rimane che il riscatto settembrino nella Quintana di Foligno. Giostra che Innocenzi non riesce a far sua dalla Sfida del 2014.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento