Scheggino, “Il Diamante Nero” fa centro: in migliaia per la due giorni dedicata al tartufo

Il sindaco Agabiti: “Bello vedere il centro pieno di famiglie e turisti”. La presidente Marini: “L’alta affluenza registrata dà il segno della ripartenza della Valentina”

L'edizione 2017 de "Il Diamante nero" di Scheggino

Grande successo di pubblico, a Scheggino, per la dodicesima edizione de “Il Diamante Nero”, kermesse consacrata al pregiato fungo. In migliaia infatti, tra cittadini e turisti, hanno invaso il borgo bagnato dalle acque del fiume Nera per partecipare alla due giorni che, come sempre, promuove le eccellenze del territorio e le bellezze paesaggistiche della Valentina. Tra gli eventi di punta, anche quest’anno, l’ormai celebre preparazione della frittata al tartufo da record. Realizzata dallo chef Fabio Ferretti e da volontari schegginesi, la prelibata pietanza - che è ormai una tradizione irrinunciabile della kermesse - è stata preparata con circa 2.500 uova e 65 kg di tartufi. E sono stati tantissimi gli ospiti che non hanno voluto mancare all’appuntamento, a cominciare da due testimonial d’eccezione: la conduttrice tv Elisabetta Gregoraci e l’attore Paolo Conticini. Dietro ai fornelli, però, anche la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e la vicepresidente della Camera dei deputati, Marina Sereni, ma non solo. Ad intervenire anche il sottosegretario agli Interni Gianpiero Bocci, la presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi e vari consiglieri, l’assessore regionale Luca Barberini, i rappresentanti delle amministrazioni comunali del territorio e le autorità militari. “Anche quest’anno - ha dichiarato il sindaco di Scheggino, Paola Agabiti - la manifestazione è pienamente riuscita. E’ stato bello vedere il paese pieno di famiglie, grazie alle tante iniziative organizzate”. A congratularsi con l’amministrazione comunale schegginese per l’ottimo risultato è stata anche la presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini. “‘Il Diamante Nero’ - ha detto - si conferma una grande manifestazione di valorizzazione del tartufo, ma anche del nostro territorio. E poi - ha sottolineato - dà il segno, con questa presenza così numerosa, della ripartenza di tutta la Valnerina, della voglia di tornare a vivere in questi luoghi anche da parte dei turisti e dei visitatori oltre che dei cittadini. I primi dati che abbiamo, anche per le prenotazioni turistiche per la Pasqua – ha quindi annunciato Catiuscia Marini – sono positive e questo ci spinge a continuare ad investire, nella speranza che torni rapidamente questo clima di fiducia nei confronti della nostra regione”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento