Si avvicina il Montelago Celtic Festival: tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2019

Fervono i preparativi per la tre giorni a cui farà da sfondo la piana di Colfiorito. In agenda 24 live, 21 band, 70 banchi di artigianato ma anche sport, musica e più di 20 workshop

Montelago Celtic Festival

È partito il count down per la diciassettesima edizione del Montelago Celtic Festival, in programma a Taverne di Serravalle di Chienti, a Macerata, dal primo al 3 agosto prossimi. Imperdibili le novità di quest’edizione, che punta dritto al cuore del folk. Ventiquattro i live, 21 band, 3 i palchi e gli spazi dedicati all’improvvisazione. Questi alcuni dei numeri dell’edizione 2019, che vedrà esibirsi - tra gli altri - la folk metal band spagnola Mägo De Oz, il maestro gaitero José Angel Hevia Velasco, la band italiana Folkstone, la country band finlandese Steve ‘N’ Seagulls e gli scozzezi Talisk. Dedicato non solo agli appassionati di tende e picchetti, ma anche a chi deciderà di avventurarsi in camper o in moto, il Montelago prevede zone distinte per i motociclisti e camperisti, attrezzate ed accoglienti, con un infopoint curato da Cocovan, start-up marchigiana che mette in contatto viaggiatori che vanno nella stessa direzione. Chi vorrà, potrà inoltre raggiungere il festival a piedi, attraverso i tre percorsi messi a punto per questa diciassettesima edizione: “nelle terre dei Rohirrim” (disponibilità 50 posti), “il sentiero per Erebor” (disponibilità 30 posti) e “oltre il ponte sul Brandivino” (disponibilità 50 posti), permettendo così ai più valorosi di scoprire le arcane bellezze dell’Appennino umbro-marchiagiano. Così, con ogni mezzo a disposizione migliaia di persone giungeranno da tutta Europa nella piana di Colfiorito. Ad accoglierli non solo musica, ma anche sport, giochi celtici e giochi di ruolo. E ancora, più di 20 workshop, tra cui quelli dedicati all’arpa celtica, alla cornamusa scozzese, all’organetto e al banjo, ma anche alla scherma antica e alla tessitura nomade. Per gli appassionati, poi, un corso di storytelling tenuto da Loredana Lipperini, incontri letterati e approfondimenti fantasy. Tra i numeri dell’edizione 2019, inoltre, 70 banchi di artigianato, oltre 20 punti gastronomici con un alternarsi di ricette umbro-marchigiane e piatti della tradizione anglo-sassone, e 15 punti birra dedicati interamente agli appassionati delle Real Ales e delle Craft Beers. Ma il Montelago Celtic Festival guarda anche alla salvaguardia dell’ambiente promuovendo la raccolta differenziata attraverso la distribuzione gratuita di un kit di sacchetti, garantendo così un lavoro di pulizia dei cassonetti e dei prati durante e dopo il festival, ma non solo. In collaborazione con Legambiente, informerà il popolo celtico sul corretto smaltimento dei rifiuti e vigilerà sull’eco-gestione del mercatino e degli stand gastronomici, dove verranno utilizzate stoviglie biodegradabili. Spazio anche per i piccoli celti con la creazione di un Family Village per accogliere le numerose famiglie che ogni anno partecipano al festival e di un Baby Park con attività ludiche. Patrocinato dalla Federazione italiana rugby, il festival ospiterà anche quest’anno il Flowers of Montelago, torneo di rugby a 7 riservato a società e  tesserati Fir.

Due sono i modi per raggiungere il festival, via auto o treno. In auto partendo dalla costa adriatica si giunge da Civitanova Marche per prendere la superstrada direzione Macerata/Foligno fino all’uscita di Colfiorito, seguendo poi la segnaletica del Festival. Invece, partendo dalla costa tirrenica si raggiunge Foligno e si prende la superstrada direzione Civitanova Marche fino a Colfiorito, poi si segue la segnaletica del Festival. Via treno, raggiungendo la stazione di Foligno e da lì utilizzando il servizio bus-navetta o in alternativa un taxi collettivo. Info: www.montelagocelticfestival.it Prevendita biglietti:  www.montelagocelticfestival.it/it/biglietti

Logo rgu.jpg

di Nathan Apolo

Aggiungi un commento