Stop alle infiltrazioni d'acqua: a Spello nuovo tetto per il palazzetto dello sport

Un intervento pari a 150mila euro risolverà l'annosa problematica. In programma per il 2019 la sistemazione della piscina comunale e gli impianti sportivi dell'Osteriaccia

Il nuovo tetto del palazzetto dello sport di Spello

Centocinquantamila euro per risolvere l'annosa questione delle infiltrazioni d'acqua piovana. Sono in corso i lavori nel palazzetto dello sport di Spello, che a breve potrà contare su un tetto completamente rinnovato. Il nuovo manto di copertura permetterà di evitare i continui disagi allo svolgimento di attività ed appuntamenti sportivi, paradossalmente soggetti al meteo nonostante lo spazio al chiuso. Nelrispetto della preesistente tipologia di copertura, i lavori dopo la rimozione dei materiali stanno procedendo con l’installazione del nuovo tetto metallico tipo Alugraf, che garantisce la totale tenuta d'acqua. Il palazzetto rappresenta per la pratica di attività sportive un importate punto di riferimento per Spello e per il territorio circostante, poiché ospita il judo (Judo Kodakan Spello), basket (Asd Basket SiouxSpello), volley (Asd Volley Spello) e calcetto (Grifoni calcetto), coinvolgendo circa 300 atleti di età compresa tra i 6 e i 30 anni.  “Grazie all’impegno dell’amministrazione comunale si sta concretizzando un importante e atteso intervento che permetterà di beneficiare di un impianto sportivo sicuro e accogliente – commenta il sindaco Moreno Landrini -. Lo sport svolge un ruolo essenziale per la tutela della salute, e per i bambini e i giovani è anche un’occasione di formazione per una sana crescita nella comunità. Costante è quindi l’attenzione nei confronti dei luoghi dove si pratica lo sport: dopo i lavori realizzati negli impianti sportivi dell’Osteriaccia e ora al Palazzetto dello Sport, nel Programma delle Opere pubbliche nel 2019 è stata stanziata la somma di 200mila euro per interventi che interesseranno la piscina comunale e gli impianti sportivi dell’Osteriaccia”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento