Trevi, donate attrezzature per gli ospiti della residenza protetta “Amici”

Le associazioni locali hanno fatto visita alla struttura per una giornata di serenità e solidarietà. Il sindaco: "Realtà saana che ha nel cuore la parte più fragile della popolazione"

La visita alla residenza protetta "Amici"

Il centro sociale “Martani” e l’associazione di burraco “La bella compagnia” negli scorsi giorni hanno fatto visita alla residenza protetta “Amici” di Trevi. La delegazione composta da Pietro Coricelli, Luciano Martani, Luigi Lombardo e Omero Ottaviani ha omaggiato la struttura di alcune attrezzature necessarie agli ospiti. A ricevere la delegazione il direttore sanitario della casa di riposo, il dottor Carlo Antonini. Con lui anche il sindaco Bernardino Sperandio e gli assessori Stefania Moccoli e Paolo Pallucchi. “Non è la prima volta che le associazioni del territorio riservano attenzioni ai nostri anziani - spiega l’assessore alle politiche sociali, Stefania Moccoli - dimostrando grande sensibilità e una preziosa capacità di contribuire alla tenuta della coesione sociale della nostra comunità”. “Siamo grati al centro sociale Martani e al suo presidente Pietro Coricelli, per questi gesti di solidarietà, circostanza che - commenta il sindaco Bernardino Sperandio - insieme al lavoro di diversi volontari, testimonia la presenza di una realtà sana che ha nel cuore questa fetta di popolazione più fragile". La residenza protetta di Trevi, gestita dalla cooperativa Dinamica, raccoglie il bacino di utenza dell’ambito sociale 8, ospita attualmente venti anziani non autosufficienti. Intanto sono in corso lavori di ampliamento degli spazi per poter rispondere adeguatamente alle numerose richieste di inserimento.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento