Usl 2, insediato il nuovo commissario: “No chiusura punto nascite Spoleto”

Nomina a tempo per Massimo Braganti che ha parlato di potenziamento del reparto del San Matteo degli Infermi. “Inizierò il mio lavoro visitando tutti i presidi”

Da sinistra Faio Paparelli, Massimo Braganti e Antonio Bartolini

Ad una settimana esatta dalla presentazione in Regione, nella mattinata di lunedì 8 luglio si è tenuta la “cerimonia” di insediamento del nuovo commissario straordinario dell’Usl Umbria 2. Si tratta, com’è ormai noto, di Massimo Braganti, chiamato ad affiancare all’esperienza maturata ai vertici della sanità toscana quella all’interno dell’azienda sanitaria locale umbra che fa capo al territorio folignate, spoletino e ternano.

Una nomina a tempo, che dovrebbe esaurirsi sessanta giorni dopo l’insediamento della futura giunta regionale. Fino ad allora, però, spetterà a lui operare per migliorare la qualità dei servizi alla Usl Umbria 2. “È mia abitudine - ha detto a questo proposito Massimo Braganti durante l’insediamento - visitare personalmente i diversi presidi dell’azienda per rendermi conto delle criticità e cercare di individuare le migliori soluzioni per superarle”.

Per ora l’unica cosa certa è che in casa Usl Umbria 2 si lavorerà per “mantenere e potenziare il punto nascite dell’ospedale di Spoleto”, per il quale - ha commentato il neocommissario - “verrà reperito personale”. A conferma anche le dichiarazioni del presidente della Regione, Fabio Paparelli, che ha sottolineato come, punto nascite a parte, “bisogna andare ancora avanti, in maniera più spedita, nel processo di integrazione tra le aziende sanitarie ed ospedaliere per confermare i livelli di eccellenza raggiunti negli anni dalla sanità regionale”.

“In questo ambito - ha aggiunto Paparelli - entro l’estate dovrebbe essere stipulata dai due direttori generali la convenzione che porterà alla integrazione dei servizi degli ospedali di Narni e Amelia con l’azienda ospedaliera di Terni. Si procederà inoltre per lo sblocco dei concorsi e proseguirà l’impegno per l’abbattimento delle liste d’attesa che, a metà luglio - ha concluso -, saranno oggetto di verifica con i direttori amministrativi e sanitari delle aziende umbre”.

Presente all’insediamento anche l’assessore regionale alla sanità, Antonio Bartolini, che ha annunciato come si attendono per questa settimana le linee guida sulla sanità predisposte dall’apposito gruppo di lavoro a Villa Umbra”.  

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento