Vaccini, in Umbria terza dose anche per gli over 60

Al via da lunedì 25 ottobre, la somministrazione interesserà pure sanitari e soggetti vulnerabili di età superiore ai 18 anni. Prenotazioni aperte per circa 50mila persone

La somministrazione del vaccino anti-Covid

Va avanti in Umbria la somministrazione delle terze dosi. Dopo operatori ed ospiti delle Rsa, cittadini over 80 e persone con particolari vulnerabilità, si amplia ulteriormente la platea dei vaccinati con dose “booster”. Sulla base di quanto previsto dalla circolare ministeriale, infatti, da oggi, lunedì 25 ottobre, prende il via l’inoculazione anche per altre fasce di popolazione. Si tratta, in particolare, di quella degli over 60, a cui si aggiungono i sanitari e gli operatori sociosanitari e i soggetti con fragilità di età superiore ai 18 anni. In tutti i casi, però, dovranno essere trascorsi almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

Numeri alla mano, secondo quanto fa sapere la Regione, si tratta di una platea di circa 50mila soggetti che risultano, di fatto, abilitati alla prenotazione. Prenotazione che potrà essere effettuata attraverso il portale dedicato della Regione Umbria (https://emergenzacoronavirus.regione.umbria.it/). Una volta inoltrata la richiesta, il cittadino riceverà una notifica sms con tutte le indicazioni necessarie. Per quanto riguarda, invece, gli operatori sanitari delle aziende sanitarie ed ospedaliere, verranno vaccinati prioritariamente nel punto vaccinale dell’ente di appartenenza, ma potranno anche prenotarsi dal portale ed accedere agli hub territoriali.

Secondo quanto fanno sapere dalla’Ente di palazzo Donini, infine, un ulteriore impulso alla campagna vaccinale si avrà “una volta raggiunto lo specifico accordo con i medici di medicina generale per la somministrazione della vaccinazione antinfluenzale e delle terze dosi, a domicilio e nei loro ambulatori”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento