Verchiano, la Fonte dei Trinci pronta a rinascere

Nella frazione folignate completati gli interventi di rinforzo strutturale, si passa ora alla posa delle finiture e al restauro. L'assessore Angeli: “Valorizzate le bellezze della montagna”

I lavori alla Fonte dei Trinci di Verchiano

L’attesa è stata lunga, ma il traguardo è ormai vicino. Ancora un paio di mesi e poi la Fonte dei Trinci di Verchiano tornerà agli antichi splendori. Ad annunciarlo è stato l’assessore ai lavori pubblici, Graziano Angeli, che ha spiegato come nella frazione montana procedano gli interventi di restyling della fontana. Ad oggi risultano completati tutti gli interventi di rinforzo strutturale. Il riferimento è, in particolare, al consolidamento del muro della fonte, alla palificata di contenimento lungo la strada e alla ricostruzione dei muri in pietra. Chiusa questa fase, prossimo step sarà la posa della finiture per poi chiudere il cerchio con le operazioni di restauro previste.

Cronoprogramma alla mano, dunque, il recupero della fonte dovrebbe completarsi entro la fine del mese di luglio. “Dopo il capolavoro realizzato a Volperino - ha commentato Graziano Angeli - stiamo per concludere anche quello di Verchiano. Si tratta - ha proseguito - di un intervento che rientra nella programmazione di valorizzazione della montagna folignate. Una programmazione - ha sottolineato - partita con il Museo naturalistico di Colfiorito e la creazione dell’Ecomuseo di Scopoli, passando per la riqualificazione del castello di Popola e delle grotte di Pale e del percorso dell’Altolina e fino ad arrivare, come detto, al recupero della fonte Troccola di Volperino”.

Tornando alla fontana dei Trinci che sorge nella frazione di Verchiano, al vaglio degli uffici tecnici ci sarebbe anche l’ipotesi di aggiungere delle opere di riqualificazione complessiva, relativamente ad esempio alla realizzazione di un sistema di illuminazione capace di valorizzare la fonte stessa. Per l’intervento complessivo - lo ricordiamo - erano stati stanziati 300mila euro da parte della Regione Umbria.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento