Aism, a Foligno tanti eventi benefici per i 50 anni dell'associazione

Dal concerto-tributo a Renato Zero firmato Sauro Alessi passando per una cena di beneficenza, la sezione cittadina è riuscita a coinvolgere tantissime persone

Annita Rondoni

Grande successo per i primi 50 anni dell'Associazione italiana sclerosi multipla e per la settimana dedicata ai portatori di questa patologia. Anche a Foligno, così come in Umbria e tutta Italia, si sono svolti eventi benefici il cui ricavato è stato interamente destinato alla ricerca di Aism. L'associazione, che a Foligno è guidata dalla presidente Annita Rondoni benché non abbia ancora individuato una cura definitiva, ne ha fatta di strada dal 1968, da quando cioè la sclerosi multipla era considerata una malattia misteriosa. All'epoca, l'Aism contava su una decina di volontari ed un'unica sede. La ricerca è dunque andata avanti e ha aperto nuove frontiere. Ad avviare la serie di eventi nel folignate è stato lo spettacolo del 18 maggio al palasport "Paternesi". Il ricavato dell'ingresso ad offerta è stato interamente devoluto all'Aism. La copertina spetta di diritto al protagonista Sauro Alessi, un ex Falchetto con la passione per il canto, sempre in prima fila quando si tratta di dare il proprio contributo ad eventi benefici. Lo aveva già dimostrato nel gennaio del 2016, partecipando, insieme ad Antonio Tebaldi, come protagonista ad un altro evento Aism, "Un amore attraverso una canzone". Con questa ultima esibizione, Alessi è arrivato a quota venti concerti a scopo filantropico. Nel corso del concerto tributo a Renato Zero, si sono esibiti anche l'orchestra Zero tribute diretta dal maestro Luca Giuliani ed il coro Yeahssa Choire diretto da Stefania Mariani. Un contributo fondamentale lo ha dato, inoltre, la Croce Bianca di Foligno insieme al ristorante "Gastone" che, come ogni anno, ha fatto da location ad una cena benefica tra soci, volontari Aism ed altri ospiti, che hanno potuto così approfittare dell'occasione per acquistare le erbe aromatiche e contribuire con il ricavato alla ricerca. Determinante è stato anche il lavoro della giornalista e socia della sezione di Perugia, Laura Santi, che ha curato la diffusione via social network delle notizie relative al convegno scientifico svoltosi all'Etruscan Chocohotel di Perugia, evento anche questo che ha visto una grossa partecipazione e successo. A tutti i protagonisti di questa settimana di appuntamenti, l'Aism rivolge un ringraziamento speciale.

Logo rgu.jpg

di Silvia Cirinei

Aggiungi un commento