Bimba accusa malore, ma il 118 rimane bloccato tra i semafori della Flaminia

I genitori della piccola costretti a raggiungere i medici in auto da Pontecentesimo. Weekend nero per le ambulanze: un altro mezzo di soccorso è rimasto imbottigliato a Rasiglia

Lo svincolo "nord" della Flaminia all'altezza di San Giovanni Profiamma

“Abbiamo dovuto prendere la nostra auto per andare incontro all'ambulanza bloccata nel traffico”. E' il racconto di una giovane mamma di Foligno, trovatasi ad affrontare un'emergenza nell'emergenza. La ragazza abita con il suo compagno nella frazione di Pontecentesimo e sabato pomeriggio è stata costretta a chiamare il 118. La loro piccola si è sentita improvvisamente male, con i genitori che hanno composto il numero d'emergenza per chiedere l'intervento dei medici. Nel giro di pochi minuti il personale a bordo dell'ambulanza ha richiamato i due genitori: “Veniteci incontro, siamo bloccati tra i semafori della Flaminia” hanno detto i sanitari. E così, fazzoletto bianco sventolante e mano tesa sul clacson, che la giovane coppia ha caricato sulla propria vettura la bimba, per raggiungere il 118 all'altezza del distributore di benzina che si trova poco prima dell'uscita per le frazioni di Vescia e Acquabianca. Fortunatamente tutto è filato per il verso giusto e la piccola ora sta bene ed è tornata a casa. Una storia che ha dell'incredibile e che pone di nuovo l'accento sui gravi disagi che i lavori e gli impianti semaforici stanno causando al tratto folignate della Flaminia. Problematiche più volte denunciate dagli utenti della strada e che hanno causato nelle ultime settimane anche incidenti. Il doppio semaforo (fino a poco tempo fa addirittura triplo), crea delle lunghe code e dei “tappi” che mettono in difficoltà anche quei mezzi che devono intervenire in caso di emergenza, così come è avvenuto sabato. “Quello che chiediamo – afferma la mamma di Pontecentesimo – è la possibilità di risolvere al più presto la situazione, o almeno avere a disposizione mezzi di soccorso a Valtopina, che possano tamponare eventuali situazioni di emergenza”. Quello appena passato è stato un weekend nero per i mezzi di soccorso nel territorio folignate. Oltre al caso di Pontecentesimo, anche gli abitanti di Rasiglia hanno denunciato un altro fatto simile. Questa volta l'episodio è avvenuto domenica, quando il borgo della Val Menotre è stato raggiunto dalla solita orda di turisti. Troppi però gli incivili che hanno parcheggiato la propria auto ai bordi della Sellanese, bloccando di fatto il passaggio di altri mezzi. A rimanere imbottigliata, anche in questo caso, un'ambulanza.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento