Chiusure anticipate e furti: i problemi della “movida” folignate colpiscono anche la Sagra della Rocciata

Questa notte sono stati rubati 1200 euro. Gli organizzatori lamentano anche l'obbligo di spegnere la musica troppo presto rispetto agli scorsi anni

Un momento della Sagra della Rocciata

I problemi della “movida” folignate non colpiscono solamente il centro storico. Bersaglio di alcune persone, che non vogliono sentire la musica alta fino a tarda notte, è diventata anche la “Sagra della Rocciata”, storica manifestazione che oramai da tantissimi anni attira moltissime persone nella frazione di San Giovanni Profiamma di Foligno. La ventunesima edizione, attualmente in corso, sta vedendo gli organizzatori alle prese con una chiusura “anticipata” delle serate rispetto agli scorsi anni. Chiusure dovute ad alcune chiamate ricevute dalle forze dell'ordine da parte dei residenti della frazione, che lamentano troppa confusione nelle ore notturne. E' facile intuire che per chi organizza manifestazioni di questo tipo, “girare la chiave” alla mezzanotte in punto diventa un problema. Soprattutto se in cartellone ci sono ospiti musicali del calibro dei Nomadi che suoneranno sabato 2 agosto. “Non capiamo tutto questo accanimento proprio quest'anno, visto che in passato la festa è andata avanti sino a tarda notte senza creare problemi a nessuno” spiegano gli organizzatori. A seguito delle numerose chiusure anticipate e con la paura di gettare alle ortiche il lavoro e la fatica di un anno di progettazione, una delegazione della “Sagra della Rocciata” ha prima inviato una lettera al sindaco Nando Mismetti, per poi presentarsi questa mattina alle 9,30 in comune per chiedere un confronto. Nelle prossime ore se ne saprà di più sulla decisione che deciderà di adottare il Comune. Intanto per gli organizzatori piove sul bagnato. Questa notte infatti è stata forzata con un piede di porco la porta della sede della “Sagra della Rocciata”, con i ladri che si sono intrufolati negli uffici riuscendo a rubare circa 1200 euro. “Anche questo furto – spiegano gli organizzatori – è frutto delle chiusure anticipate. Gli anni scorsi alcuni di noi erano sul posto sino alle quattro di mattina e c'era quindi più vigilanza”. Già sarebbe stata fatta denuncia alla polizia.

Il servizio completo in onda nel giornaleradio delle 12,30 e delle 18,30 di Radio Gente Umbra

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento