Coronavirus, 17 ricoveri in meno in 24 ore. I nuovi positivi sono 169

Sei i decessi registrati in Umbria tra le giornate di martedì e mercoledì ed un solo paziente in più in terapia intensiva. A Foligno nessun nuovo contagio

Il reparto Covid-19 del "Santa Maria della Misericordia" di Perugia

Diciassette ricoveri in meno in 24 ore in Umbria. Prosegue il calo dei pazienti nelle strutture ospedaliere del Cuore verde d’Italia. Se nel bollettino precedente erano stati 13, in quello aggiornato alla mattinata di mercoledì 16 dicembre - come detto - se ne contano altri 17. Il dato, dunque, è di 317 ricoveri complessivi, di cui 105 all’ospedale di Terni, 70 in quello di Perugia, 34 a Pantalla, 32 a Spoleto, 31 a Foligno, 22 a Città di Castello, 14 all’ospedale da campo del Santa Maria della Misericordia e 9 a Branca. Un paziente in più, invece, in terapia intensiva. Delle 47 persone attualmente in rianimazione, 19 si trovano a Terni, 9 a Spoleto, 8 a Perugia, 7 a Foligno e 4 a Città di Castello. In crescita anche il numero dei decessi, per l’Umbria altri 6 in 24 ore, divisi tra Bevagna, Giano dell’Umbria, Gubbio, Marsciano, Perugia e Terni. In tutto le vittime sono 541 da inizio pandemia.

Per quanto riguarda i nuovi casi, se ne contano 169 su tutto il territorio regionale a fronte di 3.161 tamponi processati per un tasso di positività del 5,34 per cento, in leggero rialzo quindi rispetto all’ultimo report. Cinquanta i contagi in più per Terni e 39 per Perugia. Tre a Spoleto e Castel Ritaldi e uno a Spello. Per la prima volta dopo tanto, invece, non si registrano nuovi casi di Covid a Foligno. Trentacinque, invece, i nuovi guariti nella città della Quintana. Numeri che fanno calare il dato relativo agli attualmente positivi, portandolo a 294, di cui 271 in isolamento e 23 ricoverati. Sette i folignati in terapia intensiva.

Tornando ai dati regionali, di casi attuali in tutta Umbria se ne contano 4.323, ossia 237 in meno del giorno precedente. Quattrocento i guariti in più per un totale di 21.723 e 26.587 contagi da inizio emergenza. Sottoposte ad isolamento si trovano 5.685 persone, di fatto 281 in meno. Mentre il numero di soggetti usciti dall’isolamento ammonta a 103.627. In chiusura i tamponi: 463.909 quelli processati dall’inizio dell’epidemia.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento