Coronavirus, ci sono dei folignati bloccati a Wuhan

La metropoli cinese, focolaio dell'epidemia, è stata messa in quarantena e sono una ventina gli italiani che attualmente non possono far ritorno nello Stivale

Controlli all'aeroporto per il coronavirus

Alcuni folignati nell'inferno del coronavirus. Tra i circa venti italiani che attualmente si trovano nella metropoli cinese, c'è anche una famiglia di Foligno. Si tratta di una coppia con i loro figli, ai quali si aggiunge anche un loro parente, fratello della donna. Tutti loro, è bene sottolinearlo, stanno bene. Proprio quest'ultimo sarebbe dovuto tornare in Italia nelle prossime ore, ma il suo rientro è stato bloccato. Contattato dalla redazione di Rgunotizie nella giornata di giovedì, non ha voluto rilasciare dichiarazioni, ma le foto pubblicate sui suoi profili social lasciano intendere la situazione che si sta vivendo a Wuhan. La cittadina cinese, da dove si presume sia partito il focolaio del coronavirus, è stata messa in quarantena e le persone sono costrette ad uscire da casa con delle mascherine. L'epidemia sin qui ha portato alla morte di 17 persone, con quasi 600 casi accertati. E' per questo motivo che i voli da e per la metropoli cinese sono stati bloccati in maniera precauzionale. Il virus – secondo alcuni studi degli esperti – si sarebbe sviluppato attraverso il contatto dell'uomo con i serpenti, che a loro volta lo avrebbero contratto dai pipistrelli. I sintomi sono quelli di una banale influenza, ma in breve tempo la malattia può portare a delle complicazioni anche mortali. Nelle scorse ore una donna pugliese, rientrata dalla Cina, era stata messa in isolamento a Bari, ma gli accertamenti avrebbero scongiurato il contagio da coronavirus. Nel frattempo in Cina sono stati annullati tutti i festeggiamenti per quanto riguarda il Capodanno lunare.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento