Coronavirus, più guariti che nuovi contagi in Umbria

Torna a scendere, seppur lievemente, il numero degli attualmente positivi presenti nel Cuore verde d’Italia. Ricoveri, un nuovo ingresso in intensiva

Tampone drive trough anti Covid-19 (foto Alessio Vissani)

Più guariti che nuovi contagi nell’Umbria del Covid. Il bollettino di sabato 3 dicembre segnala, infatti, 4.328 cittadini attualmente alle prese con il Coronavirus, 15 in meno del giorno precedente. Le nuove infezioni sono state 434, mentre le persone che si sono negativizzate nel corso delle ultime 24 ore sono state 444. Scende sotto la soglia del 20% il tasso di positività, che nella mattinata di sabato risulta del 19,22%, in calo di oltre tre punti percentuali. Di tamponi nell’ultima giornata ne sono stati processati 2.258, tra antigenici (1.892) e molecolari (366), che hanno portato - come detto - all’individuazione di oltre 434 nuovi casi ci contagio. Sul fronte ricoveri, invece, si registra un nuovo paziente, per un totale di 237. Il report regionale segnala un nuovo ingresso in area critica, dove si contano complessivamente cinque positivi. Passa, invece, da 121 a 118 il dato in area medica, dove di fatto si assiste ad un calo tre unità. In risalita, infine, il numero dei pazienti Covid negli altri reparti ospedalieri: se venerdì si contavano 111 pazienti, sabato se ne registrano 114. Anche in questo caso, tre in più. Cinque, poi, i decessi segnalati nel report quotidiano, che portano le vittime complessive a quota 2.275. Non tutti i cinque decessi sono, però, da ricondurre alla giornata di venerdì. Come avvenuto in altre occasioni, infatti, anche questa volta si assiste ad un riallineamento dei sistemi informativi. A chiudere il cerchio la situazione nelle Rsa dell’Umbria: 12 gli ospiti positivi, dato che si conferma uguale a quello del giorno precedente.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento