Covid-19, c’è un nuovo decesso in Umbria. Trentacinque i positivi in più

Continua a salire la curva dei contagi nel Cuore verde d’Italia e si registrano altri due ricoveri. Un paziente in più in terapia intensiva

Presidio ospedaliero (foto Vissani)

È un bilancio negativo quello che si registra in Umbria sul fronte Covid-19 tra le giornate di giovedì 3 e venerdì 4 settembre.

La prima brutta notizia arriva dall’ospedale di Perugia, dove nelle prime ore della mattinata un uomo di 70 anni, di origini albanesi, è deceduto a causa del Coronavirus. Il paziente, residente a Perugia da diversi anni, era stato ricoverato nel reparto di malattie infettive del Santa Maria della Misericordia il 21 agosto scorso, dopo esser tornato da un viaggio in Albania. L’aggravarsi delle sue condizioni, anche a causa di altre patologie, successivamente aveva reso necessario il trasferimento in terapia intensiva. Sale così a 81 il numero delle vittime del Covid-19, l’ultima risaliva al 27 giugno scorso.

Ma non è questa l’unica brutta notizia delle ultime ore. La dashboard della Regione Umbria conta, infatti, ben 35 nuove persone positive al virus. Numeri che, come detto anche negli scorsi giorni, riportano indietro il Cuore verde d’Italia di circa cinque mesi, al periodo cioè del lockdown. Quattordici i Comuni interessati dai nuovi contagi, a cui si aggiungono ben 9 casi di persone residenti fuori regione. Nel dettaglio, sale di quattro unità il dato dei positivi a Cannara. Tre, invece, quelli che si contano a Perugia, Terni, Spoleto ed Umbertide. Due i nuovi contagi a Norcia ed uno in più ad Alviano, Amelia, Castel Ritaldi, Citerna, Corciano Deruta, Gualdo Cattaneo e Panicale.

Alla luce del nuovo decesso, in totale in Umbria si registrano attualmente 331 casi, mentre i contagi complessivi ammontano a 1.874. Dieci in più i guariti per un totale di 1.462. Tre quelli riscontrati a Perugia e Castiglione del Lago, uno per Terni, Corciano, Panicale e Umbertide. Lieve incremento anche sul fronte ricoveri: sempre considerando la morte del 70enne se ne contano 13, ossia due in più. Quattro a Perugia, 9 a Terni. Due i pazienti in terapia intensiva. Di questi, uno ricoverato al Santa Maria della Misericordia e l’altro al Santa Maria. Quarantatré nuovi soggetti in isolamento: complessivamente se ne contano 1.905. Infine, 162.240 i tamponi processati da inizio pandemia: gli ultimi 2.176 tra giovedì e venerdì.

Analizzando, invece, l’andamento epidemiologico nell’ultima settimana, i casi positivi sono passati da 1.741 del 28 agosto a 1.874 del 4 settembre (+ 133); gli attualmente positivi da 234 sono diventati 332 (+ 98). I guariti sono cresciuti da 1.427 a 1.462 (+ 35); i ricoveri totali sono passati da 12 a 14 (+ 2), di cui 3 in rianimazione (+3). Senza considerare, però, il decesso dell’uomo ricoverato all’ospedale di Perugia. Il totale delle persone attualmente in isolamento è 1.905 rispetto alle 1.743 (+ 162) del 28 agosto, e di queste sono in isolamento contumaciale 318 rispetto alle 222 del 28 agosto (+ 96). Il numero complessivo dei tamponi effettuati, infine, è di 162.240, rispetto ai 149.916 effettuati alla data del 28 agosto, con un aumento di 12.324 tamponi.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento