Il diabete colpisce 60mila umbri. A Foligno test gratuiti: “Prevenzione essenziale”

In occasione della Giornata mondiale del diabete, all'ombra del Torrino in programma una serie di iniziative salutistiche. La dottoressa Picchio: “Dai giovani arrivano dati allarmanti”

Il ritrovo di "Foligno cammina"

Sessantamila. E' il numero degli umbri interessati dal diabete di tipo 2. Una patologia che colpisce sempre più i giovani e che oramai da diverso tempo ha fatto scattare alcuni campanelli di allarme. Sovrappeso e obesità, oramai largamenti diffusi anche nei bambini, portano sempre più le giovani generazioni ad essere interessate dal diabete di tipo 2. Una situazione del tutto nuova, visto che fino a pochi anni fa nei giovani venivano riscontrati casi di insulino-dipendenza o diabete tipo 1. Ma gli scorretti stili di vita ed un'alimentazione sbagliata stanno facendo insorgere sin da piccoli una malattia che di solito interessa adulti e anziani. “Si stima che attualmente il 40% dei bambini intorno ai 9 anni sia in sovrappeso – spiega Maria Luisa Picchio, responsabile del Centro antidiabete della Usl2 di Foligno -. Sta venendo fuori una situazione mai vista prima, ovvero che il diabete mellito di tipo 2 si trova anche nei ragazzi e nei bambini, oltreché nei giovani adulti”. Le statistiche dicono inoltre che per ogni due persone che hanno il diabete, ce n'è una che presenta un'alterazione della glicemia a digiuno e che quindi rischia di svilupparlo. Inoltre, per ogni tre persone affette da questa patologia, ce n'é sempre una che non sa di esserne colpito. “E' una situazione allarmante, visto che si tratta di una malattia che non dà sintomi, se non l'aumento della sete o un maggiore bisogno di urinare – sottolinea la dottoressa Picchio -. Molte persone se ne rendono conto in maniera casuale, magari dopo aver effettuato esami di laboratorio per altri motivi”. Il diabete non dà segni di sé, ma nel tempo un'alta glicemia aumenta e favorisce la comparsa di micro e macro complicanze angiopatiche. “L'importanza di conoscere il diabete – precisa la dottoressa Maria Luisa Picchio – significa evitare di sviluppare questa patologia. La prevenzione è fondamentale, attraverso un corretto stile di vita, una sana alimentazione e dell'attività fisica. Conoscere la malattia, vuol dire sviluppare una diagnosi precoce e curare meglio il diabete”. LE INIZIATIVE - In occasione della Giornata mondiale del diabete, il Servizio diabetologico di Foligno della Usl2 organizza per sabato prossimo, 9 novembre, una giornata volta a promuovere nella cittadinanza la conoscenza del diabete di tipo 1 e tipo 2. L’iniziativa prevede l’organizzazione, in collaborazione con le associazioni “Camminare con il Diabete”, “Folignocammina”, “Orme - camminare liberi” e l’Atletica Winner Foligno, di una passeggiata-corsa per le vie del centro città con arrivo all’Ostello della Gioventù in via Pierantoni, dove il personale sanitario del Servizio diabetologico di Foligno sarà a disposizione per offrire gratuitamente la valutazione della glicemia capillare, primo passo per la diagnosi precoce del diabete, l’esecuzione di questionari per valutare il rischio di sviluppare il diabete, fornire informazioni sulla patologia, le modalità di insorgenza, evoluzione, prevenzione. La Giornata mondiale del diabete diventa quindi l’occasione per fare il punto su questa malattia e per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della prevenzione, della diagnosi precoce e dell’importanza della ricerca scientifica per lo sviluppo di nuove cure. IL PROGRAMMA - Appuntamento alle 9.15 in piazzale Rita Atria per la camminata e corsa non competitiva di 8 chilometro per le vie del centro. Arrivo all'ostello della Gioventù e illustrazione della Giornata mondiale del diabete con test per tutti i partecipanti.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento