Ex Falchetto in manette per l’omicidio della compagna

Il 27enne Giovanni Padovani avrebbe ucciso la donna colpendola a martellate. Nella stagione 2020/2021 l’esperienza in D con il Foligno Calcio

Giovanni Padovani

Ha vestito anche la maglia del Foligno Calcio Giovanni Padovani, il 27enne di Senigallia arrestato nella giornata di mercoledì 24 agosto con l’accusa di aver ucciso l’ex compagna, Alessandra Matteuzzi. L’omicidio si è consumato nella serata di martedì 23 agosto, a Bologna, nel cortile del condominio dove la 56enne abitava. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane sarebbe arrivato nel capoluogo emiliano in aereo direttamente dalla Sicilia. Giunto a Bologna, avrebbe atteso l’ex compagna sotto casa. Lì dove l’avrebbe quindi aggredita colpendola con un martello, mentre la donna era al telefono con la sorella. All’arrivo delle forze dell’ordine la 56enne sarebbe stata ancora viva, ma non cosciente. Il decesso sarebbe avvenuto durante il trasporto in ospedale. Una relazione complicata quella tra Padovani e la vittima, raccontano oggi le cronache, e che si sarebbe conclusa qualche mese fa. Non per il 27enne, però. La 56enne, infatti, lo scorso mese di luglio aveva sporto denuncia contro l’ex compagno. Originario di Senigallia, come detto, Padovani nella stagione 2020/2021 aveva militato in serie D tra le fila del Foligno Calcio come difensore, prima agli ordini di mister Guido Vicarelli e poi di Pino Murgia. Una militanza breve, però, per il 27enne che con i Falchetti aveva disputato solo tre partite. L’ultima delle quali contro l’Ostiamare, dove aveva indossato anche la fascia di capitano.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento