Foligno abbraccia per l'ultima volta l'avvocato Franceschini

Cerimonia partecipata e sentita da tutta la comunità. Momenti toccanti e tanti ricordi da parte di amci e parenti

I funerali di Claudio Franceschini

Un duomo gremito di persone martedì mattina per dare l'ultimo saluto a Claudio Franceschini. Il noto avvocato si è spento all'età di 63anni, la notte tra il 23 e il 24 luglio, a causa di una brutta malattia. Una figura sempre presente e partecipe alle dinamiche della comunità cittadina, comunità che ha risposto con la stessa partecipazione e vicinanza, condividendo insieme alla famiglia il dolore di una perdita prematura. Un sofferente silenzio ha accompagnato la celebrazione, svoltasi nella chiesa di San Feliciano a Foligno, un silenzio che è stato interrotto più volte dalle parole di amici e parenti. A dare voce ai ricordi, tra gli altri, il figlio Nicola e l'amico di sempre Amilcare Pambuffetti. Il mondo forense si è raccolto intorno alla figura del noto professionista, stimato per le sue competenze a livello locale e non solo. Presenti anche personalità di spessore dell'Ordine degli avvocati del Foro di Perugia di cui Franceschini era un esponente di spicco.A partecipare ai funerali anche una rappresentanza della Quintana e l'amministrazione comunale, realtà dove Francheschini ha ricoperto ruoli di rilevanza. Momento molto toccante quello che ha visto intervenire l'altro figlio, Camillo, che dopo aver raccontato un intenso aneddoto riguardante una canzone che il padre amava cantare insieme alla famiglia ne ha intonato i versi. Attimi suggellati da profondi applausi e lacrime amare che hanno accompagnato il feretro anche fuori dalla chiesa.  

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento