Foligno celebra il 3 febbraio e ricorda i 24 giovani cittadini deportati

Domenica doppia cerimonia in via del Roccolo e in via 3 Febbraio dove si trova la lapide in memoria dei morti nei campi di Mauthausen e Flossemburg

La lapide con i nomi dei 24 folignati deportati il 3 febbraio 1944

È in programma per domenica 3 febbraio la cerimonia con cui Foligno si fermerà per ricordare la deportazione avvenuta 75 anni fa, proprio il 3 novembre del 1944, di 24 giovani folignati, condotti nei campi di Mauthausen e Flossemburg.

Le celebrazioni prenderanno il via alle 10.30 con la deposizione di fiori in via Don Piero Arcangeli, all’angolo di via del Roccolo. Poi, alle 11.30, un secondo momento commemorativo. Questa volta in alla rotatoria del cimitero centrale, in via 3 febbraio, dove ci sarà invece la deposizione di una corona d’alloro davanti alla stele posta in ricordo dei 24 giovani folignati e di una corona d’alloro ai piedi della la lapide su cui incisi i nomi dei deportati morti nei campi di Mauthausen e Flossemburg.

Alle celebrazioni sarà presente il sindaco di Foligno, Nando Mismetti.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento