Foligno, il Comune cerca partner per rilanciare l’area di Pale

L’Ente di palazzo Orfini Podestà ha avviato una procedura di selezione per la costituzione di un partenariato con i privati. Due gli assi di intervento per investimenti sui 500mila euro

L'eremo di Pale

Rilanciare l’area montana ricompresa tra la frazione folignate di Pale e località Altolina, legata all’asse portante del fiume Menotre lungo le omonime cascate e che si collega con le vie rurali di Belfiore. È l’intervento al centro della procedura di selezione avviata dal Comune di Foligno per ricercare partner che lo affianchino nel dare attuazione al piano di sviluppo rurale di Pale.

A Foligno, dunque, è caccia a soggetti privati dotati di personalità giuridica che sposino il progetto. Gli investimenti ammissibili, previsti nella scheda presentata dalla comunanza agraria di Pale e confermata dalla Regione Umbria, sono di quasi 491mila euro.

Due gli assi di intervento: il primo prevede l’impiego di risorse per la creazione di infrastrutture turistico-ricreative mediante il recupero di itinerari escursionistici e naturalistici, la realizzazione di bagni pubblici e arredi, e segnaletica nei sentieri così denominati: percorso Pale Altolina, strada detta “della Chiovata”, strada detta “dei Vecchi”, percorso “Eremo di Santa M. Giacobbe”.

Il secondo asse, invece, contempla interventi per la realizzazione di infrastrutture scientifiche e didattico-informative e l’allestimento di un laboratorio didattico-informativo nel fabbricato in località Altolina (denominato “Lu maju” o ex Sciavardini), ma non solo. Il riferimento è anche all’impiego di fondi per operazioni immateriali legate - tra l’altro - all’attività di promozione del turismo attraverso internet, un’apposita App, Qr Code dedicati, social network - Facebook e Instagram in primis - e ancora attraverso la realizzazione di riprese per filmati riguardanti la natura e il paesaggio da poter essere utilizzati come materiale didattico, per pubblicazioni, depliant e pieghevoli.

La realizzazione degli investimenti resterà di competenza del Comune di Foligno, capofila e beneficiario del finanziamento, mentre le attività di gestione dei beni oggetto di investimento saranno distribuite tra i partner, in funzione delle diverse responsabilità e degli obiettivi che essi si pongono. La convenzione sottoscritta dal Comune di Foligno e dai partner privati avrà una durata di 7 anni.

I dettagli dell’avviso pubblico sono presenti sul sito web del Comune (www.comune.foligno.pg.it). Le domande andranno presentate entro le 12 del 19 giugno. 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento