Foligno, la B-Side roller ai vertici nazionali: "Ma non sappiamo dove allenarci"

Fino a domenica i giovani pattinatori saranno a Lignano Sabbiadoro per il "Trofeo delle Regioni". Rimane aperta la questione di una "dimora fissa" per gli atleti folignati

La B-Side Roller di Foligno

Ancora un importante traguardo per la B-Side Roller Foligno. La società - che conta tra le sue fila ben 120 giovani e giovanissimi tra i 3 e i 20 anni di età – vede impiegati in questi giorni tre atleti a rappresentare l’Umbria al “Trofeo delle Regioni” di Lignano Sabbiadoro. Dal 5 all’8 di ottobre infatti Andrea Bibi, Vittorio Lo Pinto e Giada Fortini sono nella città friulana per disputare una gara che è un campionato italiano giovanile a tutti gli effetti. La B-Side Roller è un’associazione di pattinaggio artistico su rotelle che svolge gare promozionali e federali di categoria. Anche quest’anno ha visto diversi suoi atleti qualificarsi per i campionati italiani a Ponte di Legno, Calderara di Reno, Scanno e Roana. Una realtà affermata e solida dunque, che necessita però di strutture adeguate. “Non avendo ricevuto da parte del Comune uno spazio proprio – spiega Anna Maria Guerrieri ai microfoni di Rgunotizie - gli allenamenti si svolgono al chiuso tra il 'pallone' di Valtopina e il Dlf di Foligno, e all’aperto al Camper Club, soluzioni però di fortuna e provvisorie”. Eppure una soluzione potrebbe comunque esserci. Già, perché dopo aver allargato la propria azienda ed occupato lo spazio dove c'era la vecchia piastra dell'aeroporto, l'Oma Tonti ha messo a disposizione 60mila euro. I soldi, donati al Comune, verranno impiegati da palazzo comunale per sistemare la piastra degli impianti di Sportella Marini. Ora la B-Side Roller, spera che la nuova struttura possa essere utilizzabile almeno per marzo o aprile, con l'obiettivo futuro di avere a disposizione un luogo fisso, “preferibilmente – dicono dall'associazione – a 'Campo di Marte', dove sono già presenti altri impianti sportivi”, dove allenarsi e da poter mantenere nel tempo in ottime condizioni. “A Foligno – spiega Anna Maria Guerrieri - esistono diverse piastre, ma lo stato di semiabbandono al quale sono state lasciate ne rende impossibile l’utilizzo per un’attività ben organizzata e costante”. La B-Side Roller è dunque pronta ad affrontare diverse partite, quella sotto il punto di vista sportivo con i suoi tanti atleti e quella che riguarda le strutture, la seconda ora vede la palla in mano all’amministrazione comunale.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Commenti

Sono la mamma di una bambina che da quando aveva 4 anni ora ne ha 9 ha la passione per il pattinaggio..... non nego che i sacrifici sono molti da parte di noi genitori visto che siamo costretti ad andare 3/4 volte a settimana a valtopina per allenarci, con la pioggia con la neve ecc.... Quindi mi chiedo perché noi del pattinaggio non abbiamo una struttura adeguata a Foligno per poterci allenare???? Perché anche noi non possiamo usufruire dell'unica struttura che esiste a Foligno "il palazzetto"come tanti altri sport.....?????? Credo che l'amministrazione si dovrebbe muovere a fare qualcosa per offrire una struttura adeguata a tutti questi bambini e ragazzi che hanno voglia di fare sport e si dedicano nel loro tempo libero allo sport....invece di oziare..... Il sindaco con tutta l'amministrazione mi auguro che per una volta ascolti la voce di una società che si da molto da fare per i nostri ragazzi... Saluti anna stella

Aggiungi un commento