Foligno, la "Gonzaga" in aiuto delle famiglie in difficoltà: donate 1,4 tonnellate di generi alimentari

Martedì la consegna dei beni raccolti dal Csrne alla Croce Rossa cittadina che si occuperà della distribuzione. Il comandante Tarantino: “Vicini ai meno fortunati”

La consegna dei beni alimentari alla Croce Rossa

Quasi una tonnellata e mezzo di generi alimentari e di prima necessità in favore del comitato di Foligno della Croce Rossa da devolvere alle famiglie in difficoltà. È il frutto della raccolta avviata dalla caserma "Gonzaga" come testimonianza tangibile di vicinanza ai meno fortunati, soprattutto nel periodo attuale. Ed è stato proprio il Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’Esercito, unitamente al Raggruppamento Umbria-Marche dell’Operazione “Strade Sicure”, a donare nel pomeriggio di martedì 30 marzo le derrate raccolte al personale della Croce Rossa folignate. Presenti alla cerimonia ufficiale nella sede di via Romana Vecchia, anche il comandante del Csrne, il generale di brigata Daniele Tarantino, il vice presidente del comitato regionale della Croce Rossa, Roberta Placidi, ed il commissario del comitato della città della Quintana, l’avvocato Roberto Pagliacci.

A farsi carico della distribuzione dei beni, usufruendo dalle liste comunali individuate dalle autorità cittadine, sarà proprio la Croce Rossa. In particolare, saranno 84 le famiglie di Foligno a vedersi recapitare i beni raccolti, per un totale di oltre trecento beneficiari. Come sottolineato dal comandante del Centro di viale Mezzetti, il generale Tarantino, questa azione di supporto “rimarca ulteriormente il sentimento di solidarietà ed integrazione che lega il personale del Csrne con la realtà territoriale e, quindi, con la popolazione del luogo”. Lo stesso comandante si è detto poi stupito della grande partecipazione registrata.

Tra i presenti alla cerimonia di consegna, come detto, anche Roberto Pagliacci, il commissario del comitato cittadino della Croce Rossa, che ha parlato di “periodo difficile per il volontariato a causa della paura del virus che non risparmia neanche, appunto, i volontari stessi”. “Tuttavia – ha annunciato Pagliacci – continueremo con grande convinzione a supportare i più deboli, e lo faremo anche per Pasqua – ha concluso – attraverso questa importantissima donazione”.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento