Foligno, primo giorno di lavoro per il nuovo comandante: “Città bellissima, lavorerò di squadra”

Con il primo giorno di ottobre si è insediato Marco Baffa. Il numero uno della municipale pronto a dare il suo contributo: “Valorizzerò il lavoro pregresso, prime impressioni ottime”

Marco Baffa nel suo primo giorno a Foligno

Sveglia di buon mattino, un caffè per la giusta carica e poi l'arrivo al Comando già dalle otto per mettersi subito a lavorare. Sono stati i primi passi di Marco Baffa da neo comandante della polizia municipale di Foligno. Nella città della Quintana, il primo giorno di ottobre è dunque coinciso con il cambio alla guida della struttura di viale Marconi. L'emiliano Massimiliano Galloni ha passato il testimone al lombardo Marco Baffa, che da oggi guiderà gli agenti folignati dopo le importanti esperienze maturate a capo della polizia municipale di Lecco, Como, Cantù e Limbiate. Cinquanta anni compiuti da pochi mesi, il comandante Baffa durante il suo primo giorno di lavoro nella città della Quintana ha avuto già l'occasione di conoscere gli agenti ed il personale con cui collaborerà, così come in mattinata c'è stato anche l'incontro con il sindaco Nando Mismetti. “Sono sicuro che la polizia locale possa dare moltissimo al territorio e qui ho trovato una squadra che reputo vincente – afferma Marco Baffa intervistato da Rgunotizie -. C'è sicuramente da fare, ma la prima impressione è stata ottima e sono pronto a valorizzare il pregresso. Ho la sensazione che rispetto ad altre realtà che ho guidato, qui la strada sia in discesa”. Il neo comandante Marco Baffa ha già avuto modo di conoscere Foligno: “Non è una frase di circostanza, ma questa città è bellissima ed ordinata – racconta Baffa -. Ho visto già la volontà di collaborare da parte del Comando: spero di poter trasmettere quanto ho imparato in questi trenta anni di esperienza cercando di onorare al massimo la fiducia che il Comune ha riposto in me. Il lavoro di squadra sarà importante”. Tra i primi impegni del nuovo dirigente della polizia municipale c'è quello di essere presente il più possibile tra la gente: “Voglio scoprire il più possibile le esigenze del territorio – sottolinea il comandante - e sarò presente alle varie manifestazioni come la Giostra della Quintana, che richiederanno un lavoro impegnativo ma sicuramente stimolante”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento